CHI SIAMO / 2CRUSHSITE.IT / BLOG / FACEBOOK / GUIDA ALL'USO E PRIVACY



calendario
tutti gli appuntamentir
danza, teatro, performing art
r
musica
r
incontri (convegni, escursioni, etc.) r
didatticar
cinemar
mostre
r
notizie, novità, approfondimenti
tutti gli articolir
soggetti
l'indice dei soggetti partners crushsite.it
Consulta la pagina guida all'uso e privacy per conoscere come funziona il sito.
Interensemble, domenica alle ore 18 (Foto dal sito ufficiale)
Interensemble, domenica alle ore 18 (Foto dal sito ufficiale)

Contrasti - Festival di musiche del ‘900 e contemporanee / 5a edizione

Data: da Sabato 17 a Domenica 18 febbraio 2018
Dove: Sala Conferenze della Fondazione Caritro, via Calepina 1, Trento
Costo/note: Ingresso libero

L'Associazione MotoContrario di Trento - collettivo di compositori e interpreti impegnati sulle letterature musicali di oggi e del XX secolo – organizza, da febbraio ad aprile 2018, la quinta edizione del Festival Contrasti. Il festival si articolerà quest’anno in cinque giornate intense di incontri culturali e concerti, che si svolgeranno a Trento presso l’abituale sede della Sala Conferenze della Fondazione CARITRO (via Calepina 1).
Le tematiche che il Festival tocca sviluppano specifiche linee di intervento. Importante è l’apertura costante a ensemble ospiti. Si tende così a dare spazio e rappresentazione al lavoro che intorno ai repertori musicali di oggi conducono altri interpreti, soprattutto ensemble e collettivi impegnati sul territorio attraverso progetti culturali, festival e altro.
Così, nel programma, si ritrovano i musicisti di “Collettivo 21” di Piacenza e di “Interensemble” di Padova (negli appuntamenti di febbraio); “Helmut Duo” (da La Spezia) e il chitarrista lucano Dinapoli (in marzo).
Spazio viene dato anche ad altre esperienze del territorio trentino, quali il duo Ladybug Sax (in febbraio) e Azione improvvisa ensemble (in marzo).
C’è poi l’impegno diretto del MotoContrario ensemble, che sarà rivolto a partiture nuovissime selezionate attraverso una Call for scores internazionale che annualmente raccoglie adesioni da parte di svariate centinaia di compositori da tutto il mondo. Un progetto per cui MotoContrario è ampiamente riconosciuto, per la qualità delle selezioni, per il puntuale riscontro di realizzazione dei lavori scelti.
MotoContrario nell’ultima intensa giornata del festival, in aprile, realizza, inoltre, un concerto incentrato monograficamente su compositori nati negli anni ’60, per riconoscere tratti specifici di una generazione e le declinazioni personali.
Importante in tutto il festival la presenza di numerosissime prima assolute e italiane. Altro tratto, questo, identificante di “Contrasti” e di “MotoContrario”: una tensione a sondare, investigare e stimolare il nuovo, le ricerche sperimentali, le giovani creatività.

I primi due appuntamenti del festival saranno concentrati nel terzo fine settimana di febbraio, sabato 17 febbraio (a partire dalle ore 18) e domenica 18 febbraio (a partire dalle ore 16).
Durante la prima giornata, sabato 17 febbraio alle ore 18, il primo dei concerti di MotoContrario ensemble (nella formazione con Beatrix Graf, Riccardo Terrin, Marco Longo, Maria Rosa Corbolini, Federico Agnello, Marianne van Campenhout, Andrea Mattevi, Alberto Delama, Cosimo Colazzo) è dedicato alle partiture nuove selezionate attraverso Call. Saranno presentate musiche di compositori statunitensi, come Don Freund (docente a Indiana University), Jospeh Lyszczarc (che vive e lavora in Texas), David Crumb (figlio del notissimo George, compositore tra i più acclamati oggi), del canadese David Jang e del francese Antoine Servière. Si trascorrono, con le partiture scelte, generazioni diverse, e si possono notare le modulazioni delle personalità, dei contesti biografici e culturali: dagli Stati Uniti al Canada all’Europa, una variata panoramica a vasto orizzonte.
Sempre sabato 17 febbraio, alle ore 20:30, concerto del “Collettivo 21” di Piacenza con partiture di particolare interesse: dalle ricerche sonore e strumentali degli italiani Maurizio Pisati, Gilberto Bosco e Carlo Landini, all’impegno civile dello statunitense (ma con esperienze anche italiane) Frederic Rzewski, all’espressività ricercata del giapponese Toru Takemitsu, alle forme ben calibrate dell’austriaco Friedrich Cerha.
Domenica 18 febbraio, alle ore 16:00, concerto con musiche recentissime per duo di sassofoni, interpretate dal Ladybug Sax, composto da Emanuele Dalmaso e Mattia Grott. Saranno presentate al pubblico nuove composizioni dello spagnolo Mario Carro, degli statunitensi Roger Zare e Alex Burtzos, del canadese Robert Lemay, dell’australiano Matthew Orlovich, dell’italiano Claudio Gabriele.
Segue, sempre domenica 18, alle ore 18:00, il concerto di “Interensemble”, uno dei gruppi storici impegnati sui repertori contemporanei. Nel concerto per il festival “Contrasti” l’ensemble padovano porta una sua idea plurale della letteratura musicale di ricerca, con le presenze di autori come Pärt, Lutoslawski, Baldi, Beggio, Piazzolla.

Informazioni:
www.motocontrario.it


Iniziativa segnalata da MotoContrario ensemble


Crushsite.it è un portale regionale di cultura, arte e spettacolo e una web agency specializzata nel settore culturale.
chi siamo


Crushsite.it è una testata registrata presso il Tribunale di Rovereto, Nr. 3 bis/2008 del 14/03/2008 - REA 180005 - P.IVA: 01815580228 - CF. STFSML71P21L378C.
Direttrice responsabile: Claudia Gelmi.
Il sito contiene comunicati stampa e materiali promozionali forniti dai partner del servizio. Copyright dei rispettivi proprietari.