Filtro agenda / Cinema

Un sapore di ruggine e ossa

Evento segnalato da Multisala Astra
- (Foto dal sito ufficiale)
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Ven. 12 a Mar. 16 ottobre 2012
Dove: Multisala Astra, Corso Buonarroti, Trento
Orario: Venerdì 12, Sabato 13, Lunedì 15, Martedì 16: 21.15 / Domenica 14: 16.45 - 21.15

Regia: Jacques Audiard.
Con: Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Armand Verdure, Céline Sallette, Corinne Masiero
Nazione: Belgio.
Durata: 120'.
Genere: drammatico.
Data di uscita: 4 ottobre 2012.

SITO UFFICIALE / TRAILER

Sinossi: Ali deve badare al piccolo Sam, cinque anni. È suo figlio, ma lo conosce appena. Senza un tetto sulla testa, senza soldi e senza amici, Ali trova ospitalità dalla sorella ad Antibes. Le cose sembrano finalmente sistemarsi. Una notte, dopo una lite in discoteca, Ali conosce Stéphanie, bella, elegante, istruita. Lei è un'istruttrice di orche in un parco acquatico, lui un ex-pugile che lavora come buttafuori e guardia notturna...

Recensione da cineclandestino.it (6,5): Una sequenza riassume quasi perfettamente pregi e difetti dell'ultimo film di Jacques Audiard, De rouillle et d'os, in concorso alla sessantacinquesima edizione del Festival di Cannes. Uno dei film e dei registi più attesi. Ali, pugile di talento e di grande fisicità e padre immaturo e inaffidabile, sfonda a forza di pugni una lastra di ghiaccio, frantumandosi entrambe le mani: una sequenza girata con estrema abilità da Audiard, tecnicamente e visivamente impeccabile, emotivamente coinvolgente, ma prevedibile e meccanica, ultimo tassello di una sceneggiatura complessivamente debole. In questo senso, De rouillle et d'os è un film che scorre su due binari paralleli: l'ispirata e raffinata messa in scena – il terribile incidente al parco acquatico, il risveglio all'ospedale di Stéphanie, gli incontri clandestini di boxe, il ritorno di Stéphanie al parco acquatico e l'incontro con l'orca, la suddetta sequenza sul ghiaccio – sembra non incrociare mai lo script, frettoloso nel tratteggiare il rapporto tra Ali e la sorella e fin troppo schematico. E se il convincente incipit, che in poche inquadrature (la strada, il treno, la cartina geografica della Francia, la battuta “ho fame”) sintetizza e chiarisce le dinamiche padre/figlio, appare funzionale, altri passaggi narrativi e personaggi secondari appena abbozzati lasciano evidenti buchi di sceneggiatura, spazi vuoti, ellissi troppo ampie che la relazione tra Ali e Stéphanie o le interpretazioni di Marion Cotillard e Matthias Schoenaerts non possono colmare... (continua)

Recensioni, voti nel web: mymovies.it (2,5/5), trovacinema (n.d.), movieplayer.it (3/5), film.tv.it (n.d.), filmup.com e wikipedia.org.

Trailer:


Evento segnalato da Multisala Astra

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising