Y Generation Festival - Festival di danza e teatro danza per le nuove generazioni

Silk Fluegge, il 7 ottobre (Foto dal sito ufficiale)
Silk Fluegge, il 7 ottobre (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Gio. 06 a Dom. 09 ottobre 2016
Dove: Vari luoghi, Trento
Note: Informazioni info@yfestival.it / Luoghi: Teatro Sanbàpolis (via della Malpensada, 88, Trento), Teatro Sociale (via Oss Mazzurana 19, Trento), Teatro Cuminetti (via Santa Croce 67, Trento), Piazza Italia Trento
Sito web: www.yfestival.it

Il Centro Servizi Culturali S. Chiara dedica da anni una particolare attenzione ai linguaggi dello spettacolo dal vivo per bambini, ragazzi e giovani attraverso una vasta programmazione rivolta alle scuole, alle famiglie e agli educatori. «Y Generation Festival», che si svolgerà dal 6 al 9 ottobre 2016 negli spazi teatrali gestiti dal Centro, si inserisce in questa programmazione per colmare un vuoto attualmente presente nel nostro Paese e offrire una mappatura delle proposte artistiche provenienti dal mondo della danza e del teatro danza per ragazzi, in Italia e in Europa. Il programma della nuova iniziativa culturale è stato illustrato oggi a Trento nel corso di una conferenza stampa dai responsabili del CSC – il presidente Ivo Gabrielli e il direttore Francesco Nardelli – e dalla sirettrice artistica del festival, Giovanna Palmieri. E' intervenuta all'incontro con i giornalisti l'assessora comunale di Trentoalle politiche giovanili, Mariachiara Franzoia.

«Parlare di danza per ragazzi – ha affermato il direttore del Centro Servizi Culturali S. Chiara, Francesco Nardelliè assai complesso: infinite le modalità e gli approcci con cui artisti e formatori propongono la danza per e con bambini e ragazzi. Sempre più di frequente negli spettacoli di teatro per la prima infanzia siamo di fronte a un prevalente uso del linguaggio corporeo per comunicare con il pubblico dei piccoli; la grande potenzialità espressiva della danza è infatti in grado di oltrepassare la barriera linguistica. Il linguaggio della danza del resto è molto vicino anche al mondo dei giovani attraverso forme e tipologie che ben s’intrecciano con il loro mondo musicale.»
L'iniziativa, ideata da Giovanna Palmieri, responsabile della “Stagione ragazzi” del Centro S. Chiara e direttrice artistica del festival, vuole costruire un primo ponte tra mondo della danza e mondo del teatro ragazzi, due discipline artistiche che sempre di più negli ultimi anni si sono avvicinate.
Per riuscirci, «Y Generation Festival» si avvale della collaborazione del Comune di Trento – Assessorato alle Politiche Sociali, Familiari e Giovanili e del sostegno di Assitej Italia, associazione nata nel 2014 come sezione Italiana dell'omonima organizzazione mondiale attiva dal 1965. Assitej riunisce teatri, organizzazioni culturali e compagnie che si dedicano professionalmente alla creazione di un teatro per il pubblico giovane e intende promuovere la qualità e il significato culturale del teatro per l’infanzia e la gioventù. Raccogliendo l’eredità di ATIG – Associazione italiana di teatro per l’infanzia e la gioventù, fondata nel 1967, Assitej Italia lavora per favorire formazione, incontro e confronto tra artisti, operatori, pubblico. 
«In linea con lo spirito di Assitej – ha spiegato Giovanna Palimieri – «Y Generation Festival» vuole riunire giovani e meno giovani, educatori e artisti, per riflettere e dialogare su come il linguaggio corporeo e coreutico si confronta con l’immaginario e il vissuto di bambini ragazzi e giovani, sia come spettatori che come artisti in scena. Per questo il Festival prevede sia una sezione performativa con spettacoli dedicati a diverse fasce d’età e tipologie di pubblico, proposti da compagnie italiane e internazionali scelte per la qualità artistica e per la particolare attenzione al mondo dell’infanzia e dei giovani, sia una sezione formativa rivolta a bambini, giovani, insegnanti, genitori, artisti e formatori nel campo della danza e del teatro per ragazzi con incontri, una tavola rotonda, laboratori per adulti e bambini, un workshop per artisti e formatori.»
«Quella di «Y Generation Festival» – ha poi affermato Mariachiara Franzoia è una proposta nella quale il Comune di Trento crede in prospettiva, tanto da averla inserita nel progetto di candidatura ‘Trento Capitale Italiana della Cultura 2018’ e che, sin da questa sua prima edizione, rivela numerose potenzialità da esplorare, come la collaborazione che sta nascendo con “Tocatì – Festival Internazionale dei Giochi in Strada” organizzato dall’Associazione Giochi Antichi di Verona, con cui il Y Generation Festival intende instaurare un rapporto per le edizioni a venire riconoscendo affinità progettuali nei reciproci campi di azione: la danza da una parte, il gioco tradizionale dall’altra.»
Il Festival Tocatì nasce infatti, nel 2003, con l’intento di valorizzare il gioco tradizionale e diffonderne la conoscenza e le tradizioni quali veri e propri presidi culturali di territori in continuo mutamento.
«L'ideazione e organizzazione di questa nuova iniziativa – ha concluso il presidente del Centro Servizi Culturali S. Chiara, Ivo Gabrielliè la dimostrazione di come il ruolo del Centro si stia progressivamente ampliando. Da qualche anno, infatti, alla proposta di un'offerta di carattere spettacolare si è aggiunto un impegno che testimonia una visione più ampia e allargata di promozione culturale e che riserva un ruolo di primo piano proprio alle attività rivolte al pubblico giovanile.»

SEZIONE PERFORMATIVA
I 9 spettacoli in cartellone saranno proposti in parte in orario diurno, rivolti alle scuole, in parte in orari serali per il pubblico delle famiglie e degli adulti.
Le tematiche affrontate sono le più varie con poetiche e approcci molto diversi a seconda dell’età degli spettatori a cui ci si rivolge.
Si parte dai ferraresi CollettivO CineticO, in collaborazione con Teatro delle Briciole, che propongono Sherlock Holmes (6 ottobre), un divertente lavoro che insegna che anche le cose apparentemente ovvie, se osservate e scrutate con attenzione, possono dirci qualcosa di nuovo, rivelare un volto segreto.
Il 6 e 7 ottobre in prima nazionale, Trashedy della Compagnia tedesca Performing Group racconterà attraverso la danza, le immagini animate e gli effetti sonori, l’origine del mondo e la nostra evoluzione, facendo divertire e riflettere sull’importanza della tutela ambientale.
La Compagnia toscana TPO - Teatro di Piazza e d’Occasione con La Casa del Panda (7 ottobre) condurrà il giovane pubblico in un divertente viaggio alla scoperta della Cina: inseguire il panda per scoprire storia e tradizioni di questo paese, nel rispetto dei cicli biologici e ambientali della natura.
Diario di un brutto anatroccolo (8 ottobre) di Factory – Compagnia Transadriatica è invece la rivisitazione della fiaba di Hans Christian Andersen che fa riflettere adulti e bambini sul significato e l’importanza dell’identità nell’essere umano.
Tra gli spettacoli programmati in orario serale rivolti alle famiglie e a un pubblico più adulto troviamo Caos (Remix) di Manifatture Teatrali Milanesi / Quelli di Grock (6 ottobre), spettacolo storico della compagnia milanese rivisto con un cast più giovane e situazioni che affrontano la quotidianità di adolescenti e giovani d'oggi; lo spettacolo sarà accompagnato, per tutta la durata del festival, da una mostra fotografica ospitata nello spazio foyer dell’Auditorium Santa Chiara. 
Antifragil degli austriaci Silk Fluegge (7 ottobre) e Declaration of Love (8 ottobre) della compagnia belga fABULEUS, entrambe per la prima volta in Italia, sono invece dedicati al rapporto di attori e danzatori adolescenti con il pubblico.
La giovane compagnia austriaca propone un’indagine sulla fragilità dei nostri tempi, conducendo il pubblico attraverso il labirinto delle loro storie e conflittualità interiori. Il collettivo belga è invece uno stravolgimento dell'opera Publikumsbeschimpfung (insulti al pubblico) di Peter Handke per creare un’ode al teatro e al suo pubblico sullo sfondo delle irresistibili basi del dj e compositore Gary Sheperd.
Una proposta particolare è Murikamification di Arch8 dall'Olanda, spettacolo di parkour scelto come evento di apertura del Festival che si snoderà tra le strade del centro cittadino.
Ispirandosi alle storie di Haruki Murakami, il coreografo Erik Kaiel dà vita ad una serie di performance, fisicamente molto impegnative, che grazie alla loro capacità di adattarsi al contesto locale sveleranno al pubblico nuovi sorprendenti scenari della città.
Non manca la poetica del teatrodanza interpretato da bambini con Duel_Terza generazione della Compagnia Abbondanza/Bertoni (8 ottobre) che propone un pensiero profondo sul rapporto tra generazioni e rappresenta anche una sperimentazione sul danzatore-bambino, tema molto attuale nelle produzioni del nord Europa. Un progetto di danza che cerca di parlare al mondo degli adulti, attraverso i corpi dei bambini.

SEZIONE FORMATIVA: PASSO DOPO PASSO  
La sezione formativa è proposta con l'obiettivo di favorire incontro e dialogo tra operatori, artisti e formatori del settore.
Un momento di avvicinamento, la possibilità di conoscersi e riflettere insieme, gradualmente, passo dopo passo, come appunto è stata chiamata questa sezione.
Il Centro Servizi Culturali S. Chiara ha ideato questa sezione in stretta collaborazione con Assitej Italia tramite l’operato di un comitato scientifico formato da Barbara Pizzo, Vicepresidente del Comitato Esecutivo di Assitej Italia, Bruno Franceschini, regista e compositore, e Alessandro Rossi, curatore di diversi progetti di teatro legati all’infanzia e alla gioventù.
E’ nato un percorso articolato in tavoli di lavoro condotti da operatori del settore per approfondire argomenti come: la formazione del pubblico, le possibilità di networking, i nuovi media e la danza.
Nella tavola rotonda di sabato 8 ottobre si parlerà invece della situazione attuale e delle prospettive della danza per il pubblico giovane.
L’intento è quello di creare una mappatura della situazione della danza per i giovani in Italia attraverso la testimonianza degli ospiti e quelle di chi vorrà intervenire per arricchire il dibattito, con il forte intento di delineare possibili scenari futuri.
Non mancano i momenti pratici con il laboratorio di Parkour per ragazzi e giovani a cura di Erik Kaiel e CorpiGioco off, Laboratorio per bambini ed adulti in collaborazione con Anticorpi XL.
Dal 28 settembre al 9 ottobre è invece in programma una settimana di residenza sul tema “Studio sul tempo” a cura della compagnia Tardito / Rendina.

PROGRAMMA DEGLI SPETTACOLI

Trento/ Teatro Sanbàpolis
Giovedì 6 ottobre 2016 – ore 10.00
SHERLOCK HOLMES
CollettivO CineticO – Teatro delle Briciole (Italia)
Regia di Francesca Pennini e Angelo Pedroni / concept Francesca Pennini / coreografie e partiture fisiche Francesca Pennini in collaborazione con gli interpreti / Interpreti Giulio Santolini, Daniele Bonaiuti, Roberto De Sarno / costumi Titta Caggiati / una produzione del Teatro delle Briciole / Durata 70 minuti.

Secondo Arthur Conan Doyle, padre di Sherlock Holmes, “il mondo è pieno di cose ovvie che nessuno si prende mai la cura di osservare”. L’idea che guida le parole e le azioni dello spettacolo del giovane collettivo Ferrarese è la volontà, libera e giocosa, di rovesciare quella verità e osservare con divertita ostinazione il mondo. Sherlock Holmes, col suo celebre metodo fondato sul binomio osservazione e deduzione, si reincarna sulla scena in un anomalo terzetto di investigatori contemporanei-addetti alle pulizie, animati da una inesauribile voglia di andare oltre il volto immediato e ingannevole della realtà, di analizzare i dettagli e ipotizzare possibili soluzioni. Nella sua sorprendente somiglianza con i meccanismi della curiosità infantile, l’applicazione rigorosa e nello stesso tempo umoristica del metodo deduttivo è lo strumento di un viaggio di investigazione tra realtà e finzione, verità e apparenza, artificio tecnico e autentica emozione. Alla scoperta di un mondo nascosto, ma anche della magia del Teatro.

Trento/ Teatro Cuminetti
Giovedì 6 ottobre 2016 – ore 17.00
Venerdì 7 ottobre 2016 – ore 11.00
TRASHEDY
Compagnia Performing Group (Germania)
Coreografia Leandro Kees / Durata 50 minuti senza intervallo.

La compagnia tedesca Performing Group, attraverso l’uso della danza, le immagini animati e gli effetti sonori di Leandro Kees, cerca di tracciare l’origine del mondo e racconta la storia viva della nostra notevole evoluzione. Quanti bicchieri di plastica vengono consumati nel corso della vita? Lo spettacolo, in maniera divertente, si sofferma sull’estensione del nostro consumo quotidiano, cercando di far riflettere sul comportamento personale di tutti e sulla consapevolezza dell’importanza della tutela ambientale.
L’artista Daniel Matheus ed il compositore Martin Rascher propongono uno sguardo nuovo sul tema della “intelligenza ecologica”, offrendo una visione del futuro, verso il quale è rivolta la libertà di ciascuno e il perseguimento della felicità.

Trento/ Piazza Cesare Battisti
Giovedì 6 ottobre 2016 – ore 18.30
MURIKAMIFICATION
Compagnia Arch8 (Olanda)
Coreografia Erik Kaiel, con Erik Kaiel, Jasper Dzuki Jelen, Heleen van Gigch, Kim Jomi Fischer.
Erik Kaiel offre uno spettacolo unico nel suo genere, basato sulle esibizioni negli spazi pubblici (Parkur). Dalle metropolitane di Montreal ai vicoli dell’Africa, passando per le strade d’Europa, “Murikamification” è in grado di evocare mondi incredibili, coinvolgendo il pubblico ad entrare in un vero e proprio sogno ad occhi aperti. Utilizzando come fonte di ispirazione le storie surreali di Haruki Murakami, Kaiel da vita ad un percorso di performance fisicamente molto impegnative che, grazie alla loro capacità di adattarsi al contesto locale, sveleranno al pubblico nuovi sorprendenti scenari. In ogni nuova città, infatti, le spettacolari prestazioni vengono adattate al contesto locale, consentendo al curioso spettatore di sorprendersi di fronte a scenari inaspettati e inesplorati della propria città.

Trento/ Teatro Sociale
Giovedì 6 ottobre 2016 – ore 21.00
CAOS (REMIX)
Manifatture Teatrali Milanesi (Italia)
Progetto e regia Valeria Cavalli, Claudio Intropido / coreografia Susanna Baccari, Valeria Cavalli / scene e disegno luci Claudio Intropido  / consulenza musicale Gipo Gurrado / con Francesco Alberici, Andrea Battistella, Ludovico D’Agostino, Jacopo Fracasso, Andrea Lietti, Isabella Perego, Maria Cristina Stucchi, Clara Terranova, Melissa Valtulini. Produzione Manifatture Teatrali Milanesi – Teatro Litta Quelli di Grock Associati.
Nel 1988 la Compagnia Quelli di Grock crea lo spettacolo che segna la propria storia, rimanendo nella mente di molteplici pubblici, dall’Italia all’Europa, alle Americhe con oltre 1.400 repliche.
A distanza di ventotto anni Manifatture Teatrali Milanesi, il nuovo progetto nato dalla sinergia di due storiche strutture milanesi come il Teatro Litta e la compagnia Quelli di Grock, ridà vita ad uno spettacolo magico e irresistibile, in una versione “remix”: un intreccio di parole taglienti, pensieri, concetti e dinamiche universali con gesti catturati dalla quotidianità. Rinnovato rispetto allo spettacolo originale di ventotto anni fa, Caos (remix) si costruisce attingendo alle tecniche del teatro-danza, patrimonio consolidato nello stile della compagnia. Un’atmosfera surreale capace di regalare giochi di luce raffinati ed esasperati, e potenti coreografie. Una vera esplosione di energia contagiosa che invade il palcoscenico, dilagando in platea con un torrenziale finale coinvolgente, quanto inaspettato. Lo spettacolo sarà accompagnato, per tutta la durata del festival, da una mostra fotografica ospitata nello spazio foyer dell’Auditorium Santa Chiara.

Trento/ Teatro Sanbàpolis
Venerdì 7 ottobre 2016 – ore 9.30-11
LA CASA DEL PANDA
Compagnia Teatro di Piazza e d’Occasione – TPO (Italia)
Direzione artistica Francesco Gandi, Davide Venturini / coreografia e danza Daniele Del Bandecca, Martina Gregori / visual design Elsa Mersi / sound design Spartaco Cortesi / computer engineering Rossano Monti / oggetti di scena Livia Cortesi / costumi Chiara Lanzillotta / consolle audio/video Massimiliano Fierli, Sergio Foti / Durata 50-60 minuti.
Teatro visivo, emozionale, immersivo: grazie all’uso di tecnologie interattive ogni spettacolo della compagnia toscana TPO trasforma lo spazio scenico in un ambiente “sensibile”, dove sperimentare il confine sottile tra arte e gioco. Danzatori, performer e il pubblico stesso interagiscono esplorando nuove forme espressive oltre le barriere di lingua e cultura. In questo caso gli interpreti e i giovani spettatori inseguiranno il Panda, animale pacifico, tenero ed innocuo per approdare in Cina e conoscerne le millenarie storie e le tradizioni, nel rispetto dei cicli biologici e ambientali della natura. Un viaggio virtuale che diventa reale, grazie ad immagini e suoni che reagiscono in tempo reale alle azioni del pubblico. 

Trento/ Teatro Sociale
Venerdì 7 ottobre 2016 – ore 21.00
ANTIFRAGIL
Compagnia Silk Fluegge (Austria)
Concept e coreografia Silke Grabinger / direttore di produzione e Assistente Coreografa Olga Swietlicka / drammaturgia Angela Vadori / vocal coach Magdalena Schlesinger / light design e video proiezioni Peter Thalhamer / graphic Design e Fotografia juliachange / con Veronika Cimborova, Michaela Hulvejová, Valentin Kokalko, Matej Kubus, Jerca Rožnik Novak, Bartłomiej Sawicki / Durata 60 minuti senza intervallo.
Come reagiscono le nuove generazioni di fronte all’incertezza e alla complessità del nostro tempo? Con umorismo e capacità sorprendenti, i sei ballerini della giovane compagnia austriaca guidata da Silke Grabinger conducono il pubblico attraverso un labirinto di situazioni, esplorando le proprie storie, le personali esperienze di vulnerabilità e i conflitti interiori, analizzandone poi le reazioni. L’obiettivo è quello di trovare l’antifragilità, facendo ricorso ad una buona dose di humour e a sorprendenti abilità negli stili di danza urbana, come la breakdance.

Trento/ Teatro Cuminetti
Sabato 8 ottobre 2016 – ore 15.00
DIARIO DI UN BRUTTO ANATROCCOLO
Factory – Compagnia Transadriatica (Italia)
Regia Tonio De Nitto / coreografie di Annamaria De Filippi / con Ilaria Carlucci, Fabio Tinella, Luca Pastore, Francesca De Pasquale / scene Roberta Dori Puddu / costumi Lapi Lou / musiche Paolo Coletta / luci Davide Arsenio / produzione Factory compagnia transadriatica, Tir danza / Durata 50 minuti.
Ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen, il progetto coniuga il linguaggio del teatro con quello della danza per affrontare il tema della diversità/identità e dell’integrazione. Una sorta di romanzo di formazione, un diario di un piccolo cigno, creduto anatroccolo, che attraversa le varie tappe della vita, compiendo un vero e proprio viaggio alla ricerca del suo posto nel mondo, scoprendo nella diversità un elemento qualificante e prezioso. La nascita e il rifiuto da parte della famiglia, la scuola e il bullismo, il mondo del lavoro, l’amore che nasce e muore improvvisamente: tappe di un mondo ostile, forse, ma che resterà tale solo sino a quando il nostro “anatroccolo” non sarà in grado di guardarsi negli occhi e accettarsi così come è, scoprendo la propria vera identità.

Trento/ Teatro Sanbàpolis
Sabato 8 ottobre 2016 -  ore 17.00 e 18.00
DUEL_TERZA GENERAZIONE
Compagnia Abbondanza e Bertoni
Regia Michele Abbondanza / ideazione e coreografia Antonella Bertoni e Michele Abbondanza / con Tobia Abbondanza, Naima Fiumara, Matilde Laezza, Emily Manica, Giacomo Manica, Agata Pavani, Filippo Sacchetti, Petra Targher, Gianmaria Uccia / scultura Adolf Vallazza / luci Andrea Gentili / costumi Antonella Bertoni / produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni / coproduzione Bolzano Danza – Tanz Bozen.
All’interno di Duel, trilogia liberamente ispirata al libro della Genesi, la Compagnia Abbondanza/Bertoni, una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano per le loro creazioni e per l’attività formativa e pedagogica, presenta la terza e ultima parte del progetto, ispirata all’episodio del Diluvio Universale. Un lavoro coinvolgente nel quale giovani artisti generosi e coraggiosi, raccogliendo il passaggio di testimone, riescono a far breccia aprendo una strada nel tempo. Artisti sì giovani, ma piena di speranza e capaci di traghettare lo spettatore nel futuro.

Trento/ Teatro Sociale
Sabato 8 ottobre 2016 – ore 21.00
DECLARATION OF LOVE
Compagnia fABULEUS (Belgio)
Concept e regia Nicole Beutler, Magne van den Berg / testo Magne van den Berg basato su Publikumsbeschimpfung (offending the audience) di Peter Handke / drammaturgia Peter Anthonissen / con Allen Assi, Bastien Bodarwé, Siska Bouwen, Laetitia Janssens, Stephanie Peeters en Jonas Vermeulen / movimenti Justa ter Haar / musica Gary Shepherd / allestimento scenico Timme Afschrift / costumi Dorine Van Autreve / produzione fABULEUS & NBprojects / Durata 65 minuti.
Quando nel 1966 l’opera Publikumsbeschimpfung (offending the audience) di Peter Handke vede la luce, molti gridano allo scandalo; totalmente incurante di tutte le regole teatrali, è definita dai più una vera e propria ‘anti-opera’: gli attori ripetono continuamente che non si assisterà a nulla di teatrale, per passare nel giro di poco ad insultare il pubblico presente.
Il riadattamento a cura del coreografo Nicole Beutler ribalta il testo originale dando vita ad una seducente e disorientante ode al teatro e al suo pubblico. Sei giovani attori parlano, ballano, fanno la beatbox (riproducono suoni di una batteria e di altri strumenti attraverso il solo l'utilizzo della voce), sullo sfondo delle irresistibili basi del dj e compositore Gary Sheperd. Uno spettacolo insolito ma divertente, messo in scena dalla compagnia belga fABULEUS, da sempre attenta al pubblico più giovane.

Trento/Spazio Foyer Auditorium S.Chiara
Domenica 9 ottobre 2016 – ore 15
STUDIO SUL TEMPO – restituzione pubblica del laboratorio/spettacolo
Compagnia Tardito-Rendina
Senza movimento non ci sarebbe neanche il tempo. Il tempo come presente per i bambini, il tempo tiranno per gli adulti. Partendo da questo concetto, la Compagnia Tardito-Rendina ha creato un laboratorio/spettacolo di esplorazione sul tempo, attraverso il linguaggio del movimento insieme ai bambini della scuola materna con i quali confrontarsi durante la settimana di permanenza della compagnia a Trento.
L’intento è quello di  utilizzare il concetto di tempo come territorio di ricerca e come tramite fra il mondo degli adulti e quello della prima infanzia. Due mondi lontani ed estranei, agli antipodi. Una prerogativa perfetta per conoscersi e per imparare gli uni dagli altri.
C'è un tempo per tutto. Si sa. Un tempo per cercare e un tempo per perdere, un tempo per conservare e un tempo per buttar via, un tempo per cercare e uno per perdere, un tempo per parlare e uno per tacere.

PROGRAMMA FORMAZIONE

Trento/ Teatro Sociale
Venerdì 7 ottobre 2016 – ore 14.30-18.00
TAVOLI DI LAVORO
Artisti, operatori, educatori e organizzatori si confrontano sulle seguenti tematiche: 
- DANZA E NUOVI MEDIA:quale rapporto tra ricerca digitale e creazione coreografica con Davide Venturini, Renzo Boldrini e Paola Carlucci;
- I PUBBLICI DELLA DANZA: Come rapportarsi alle diverse età? con Valeria Frabetti e Leandro Kees;
- CONTAMINAZIONI: Teatro o danza? Con Valeria Cavalli, Erik Kaiel e Barbara Pizzo;
- PARTECIPAZIONE: quale confine fra arte e pedagogia con Corinne Eckentein e Bruno Franceschini;
- NETWORKING PER LA DANZA: quali possibilità tra realtà e desiderio con Angela Fumarola e Alessandro Rossi.

Trento/ Ridotto Teatro Sociale
Sabato 8 ottobre 2016 – ore 11.00-13.00
TAVOLA ROTONDA
LA DANZA PER UN PUBBLICO GIOVANE: situazione e prospettive
Interventi di: Paolo Cantù, direttore Fondazione Live Piemonte Dal Vivo, Antonio Viganò, regista e autore  Accademia arte della diversità, Vincent Van Den Bossche, Compagnia fABULEUS, Corinne Eckenstein, Direttrice Dschungel Wien.

WORKSHOP

Trento/ Spazio Foyer
Giovedì 15 settembre 2016 - ore 17.00
OGNI ESSERE UMANO E’ UN BALLERINO, MA NON LO SA 
A cura di Valeria Frabetti. Un incontro/ laboratorio  che non fornisce tecniche o insegna “come si fa “, ma cerca di  avvicinarsi ad un linguaggio diverso rivolto ad insegnanti ed  educatori.

Trento/ cortile Centro Servizi Culturali S. Chiara
Venerdì 7 ottobre 2016 – ore 16.00-18.00
LABORATORIO DI PARKOUR PER RAGAZZI E GIOVANI
A cura di Erik Kaiel / Arch8.
Un laboratorio che vuole portare la danza contemporanea nel paesaggio urbano. Ci si concentra su come il corpo di una persona è in grado di interpretare e parlare di nuovo ai suoi dintorni. Utilizzando alcune delle competenze che usiamo nella performance: condivisione di peso, la condivisione di un percorso attraverso lo spazio, possibilità di improvvisazione.

Trento/ Ridotto del Teatro Sociale e spazio esterno P.zza Vittoria
Domenica 9 ottobre 2016 – dalle 14 alle 18
CORPIGIOCO OFF – CANTIERE ANTICORPI XL
A cura di Francesca Serena Casadio con la partecipazione di danzatori locali.
Laboratorio rivolto a bambini a partire dai 5 anni, ragazzi e adulti.

Un pomeriggio in cui i partecipanti giocheranno insieme sulle diverse modalità relazionali delle varie fasce generazionali presenti e dei loro rapporti reciproci attraverso il movimento. Alcuni artisti danzatori saranno chiamati a confrontarsi con i partecipanti attraverso brevi assaggi di danza.

Trento/ Teatro Sociale
Dal 28 settembre al 9 ottobre
STUDIO SUL TEMPO
A cura della Compagnia Tardito / Rendina.
Senza movimento non ci sarebbe neanche il tempo. Il tempo come presente per i bambini, il tempo tiranno per gli adulti. 
Su questo concetto la compagnia costruisce una residenza-laboratorio di esplorazione sul tempo come tramite fra mondo degli adulti e quello della prima infanzia, attraverso il linguaggio del movimento. La ricerca avviene insieme ai bambini di alcune sezioni di scuola materna con i quali confrontarsi durante la settimana di residenza.

Trento / Spazio Foyer Auditorium S. Chiara
Domenica 9 ottobre ore 15.00
Restituzione aperta al pubblico della residenza


Evento segnalato da Centro Servizi Culturali S.Chiara

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising