Finale Festival Fantasio 2018

Evento segnalato da Teatro di Villazzano
Particolare da locandina (Foto dal sito ufficiale)
Particolare da locandina (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Gio. 06 a Ven. 07 dicembre 2018
Dove: Teatro di Villazzano, Via U. Giordano 6, Villazzano (Tn)
Orario: ore 20.30
Sito web: www.festivalregia.com

Torna a Trento "Fantasio - Festival Internazionale di Regia Teatrale" organizzato da EstroTeatro e dal Gruppo Teatrale Gianni Corradini, l’unico Festival in Italia che vede protagonisti i registi teatrali i quali dovranno darsi battaglia su un unico testo teatrale con pochissimi strumenti a loro disposizione: alcuni attori, una decina di giorni di residenza a Trento per allestire la pièce, un budget esiguo per costumi e scenografie e dai quindici ai venti minuti per restituire la propria personale visione del testo proposto. Gli strumenti a disposizione dei registi sono volutamente limitati, ma sufficienti per permettere che a emergere siano creatività e competenza di ognuno.

LA SFIDA DI QUESTA EDIZIONE SARÀ: BOCCA DI ROSA di FABRIZIO DE ANDRÉ.

"C'è chi l'amore lo fa per noia, chi se lo sceglie per professione. Bocca di rosa né l'uno né l'altro. Lei lo faceva per passione”. Un ritratto. Il ritratto in poche parole che distinguono i poeti. Anche quelli che cantano. E che incantano. Un mondo. Il mondo di Faber. Il mondo di De André. Quel mondo in cui gli ultimi vengono sempre prima. Il mondo che non dà albergo alle ipocrisie e che ti sputa in faccia la realtà con tutte le sue miserie senza vestirla di stupida ideologia.

Se c’è maestria in chi la scrive – e Faber fu ed è maestro – una canzone è tutto: un racconto per immagini e suggestioni, il canovaccio di un film, uno spunto da teatro. Ecco, il teatro. Fantasio, il festival che da quasi vent’anni mette in gara creativa i registi che devono interpretare uno stesso testo, quest’anno ha scelto di virare. Dagli autori prettamente teatrali, (lo scorso anno fu Goldoni, l’anno prima Shakespeare), si alza l’asticella e si abbatte con felicità il muro del consolidato.

Tradurre in prosa e scena De André, lavorare su "Bocca di rosa" per cavarne otto omaggi diversi, otto diversi ringraziamenti artistici, è una scommessa. “Eh sì - dice Mirko Corradini, il direttore artistico del Teatro di Villlazzano che ha raccolto il testimone del padre Gianni, ideatore del Fantasio, per farlo crescere in dimensione ed emozione anno dopo anno – ci piace azzardare. Ci piace spiazzare. Ci piace soprattutto farci spiazzare dalla fantasia dei registi che anno dopo anno selezioniamo da una lista di richieste di partecipazione sempre più folta. Proporre una canzone invece che un famoso testo teatrale è rincorrere ancora di più la magia che il teatro può materializzare quando lo si lascia immaginare, inventare e reinventare”.

“Bocca di rosa”, dunque. De André, dunque. I registi che ci stanno lavorando per il Fantasio 2018 sono otto: Elisabetta Carosio, Samuele Chiovoloni, Silvia Marchetti, Niccolò Matcovich, Carola Minincleri Colussi, Bruno Rigobello, Michele Segreto, Stefania Tagliaferri. L’organizzazione li ha scelti dopo un intenso lavoro, valutando i loro portfolio artistici ma ancora di più le loro prime idee nel momento in cui – poco tempo fa – hanno saputo che c’era da ritagliare un abito di scena ad una canzone.

Per sapere di quanto e di come tratteranno De André basterà andare in teatro, a Villazzano, con la voglia di farsi stupire. Il 6 e 7 dicembre il teatro ospiterà il Fantasio e gli otto “quarti d’ora” concessi ai registi porteranno "Bocca di rosa" chissà dove e chissà come. Otto registi per una ventina di attori assegnati a caso ad ognuno. Non c’è che dire: quanto a sorpresa, (ma anche a difficoltà) il Fantasio non teme confronti.

Il Fantasio va letto prima che come concorso come esperienza collettiva: lo scambio tra i registi che operano a Villazzano con la frenesia e il confronto della messa in scena e la contaminazione tra registi e attori. Nascono amicizie artistiche nel “prima”  e nel “dopo” concorso. E le amicizie artistiche servono come il pane per misurarsi, rinnovare, rinnovarsi. È questo il senso, è questo il valore aggiunto, del progetto di residenza che è inscindibile dal concorso. I registi e gli attori lavorano fianco a fianco sul palco del teatro per mettere a punto i “trailer viventi”, gli spettacoli in forma mignon. E quel lavoro, quella residenza, quell’occupare spazi fisici per condividere spazi mentali, è un “work in progress” che vale forse più dell’esito finale. Un esito che sarà deciso – come da tradizione – sia da una giuria sia dal pubblico.

Informazioni:
Al via la 19° edizione di Fantasio -  Festival internazionale di regia teatrale
www.teatrodivillazzano.it


Evento segnalato da Teatro di Villazzano

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising