MK: Robinson (Ciclo "InDanza Rovereto")

Evento segnalato da Stagione teatrale / Rovereto
- (Foto di Andrea Macchia)
- (Foto di Andrea Macchia)
Data: Ven. 18 gennaio 2019
Dove: Auditorium Melotti, Corso Bettini, Rovereto (Tn)
Orario: ore 20.00
Note: Lo spettacolo sarà preceduto da un “aperitivo inDanza” alle ore 20.00 presso il MART; breve performance negli spazi museali, realizzata in collaborazione con il MART, CID/Oriente Occidente, Compagnia Abbondanza/Bertoni e Network Anticorpi XL

Tra i protagonisti più influenti della scena contemporanea, vincitore del Leone d’Argento alla Biennale di Venezia nel 2014, Michele Di Stefano, con il suo gruppo mk, presenta - nell’ambito della stagione InDanza/Rovereto del Centro Servizi Culturali S. Chiara - «ROBINSON», spettacolo per sei interpreti ispirato al racconto Venerdì o il limbo del Pacifico dello scrittore Michel Tournier, rivisitazione alquanto singolare del più famoso naufrago della storia letteraria. L’appuntamento è per venerdì 18 gennaio 2019, alle ore 21.00, presso l’Auditorium Melotti di Rovereto.
Coreografo e performer, Michele Di Stefano, dopo aver attraversato la scena musicale punk-new wave degli anni Ottanta, approda da autodidatta alla ricerca sul movimento. Nel 1999 fonda a Roma il gruppo mk con il quale produce performance e spettacoli di successo tra cui «Robinson», in tournée da diverse stagioni. Un lavoro di raro nitore in cui la danza, tesa ad abitare lo spazio, si nutre di una fisicità nervosa ed elegante in uno spazio abitato da pochi oggetti pensati dall’artista visivo Luca Trevisani, avvolto dalla musica originale di Lorenzo Bianchi Hoesch.
Ispiratosi al racconto Venerdì o il limbo del Pacifico dello scrittore francese Michel Tournier (che a sua volta rivisitava il classico di Defoe), Di Stefano evoca nello spettacolo un immaginario esotico, in cui i desideri e le paure si sedimentano in un territorio incontaminato, rimodellato per essere al servizio di due grandi flussi dell’economia globale: quello migratorio e quello vacanziero. L’isola di Robinson ha due facce: è un luogo di approdo per viaggiatori intrepidi ma anche un laboratorio della colonizzazione.
In questo spettacolo la progettualità amministratrice conferita da Defoe al suo protagonista entra in conflitto con l’innocenza originaria e i limiti procurati dalla mancanza di termini di paragone che giustifica ogni individuo. Anziché rifondare la civiltà, il Robinson di Michele Di Stefano si perde nel paesaggio senza umani fin quando l’incontro con l’altro lo prepara ad una totale reinvenzione di se stesso, come accade nel romanzo di Tournier. Allo stesso modo, la coreografia è soprattutto un atto di apprendimento rispetto a un “fuori” di cui fare incessante esperienza. La danza si definisce tale quando permette a un’altra danza di esistere nei pressi: è dunque semplicemente un linguaggio adottato per l’incontro, che mantiene sempre vivo il momento dell’incontro.
Infine, si ricorda l’appuntamento con “Aperitivo inDanza” che si terrà venerdì 18 gennaio - prima dello spettacolo - alle ore 20.00 presso il Mart di Rovereto. La performance, dal titolo «BLOOM», nasce da un’idea di Davide Valrosso (che ne è anche l’interprete), con le musiche di Ryoji Ikeda (Headphonics) una produzione nata in collaborazione con il CID – Centro Internazionale della Danza di Rovereto. «Il corpo dell’epoca della fluidità e dell’interconnessione, rappresenta il baluardo attraverso il quale ritrovare noi stessi – spiega Valrosso -  Simbolo del passato, ma anche soggetto attivo che lancia un grido potente verso il futuro è una porta sul mondo, strumento tramite il quale realizzare un viaggio iconografico nella storia dell’uomo».

Il gruppo mk si occupa di coreografia e performance dal 1999 e ruota intorno ad un nucleo originario di artisti costantemente in dialogo con altri performer e progettualità trasversali. Il gruppo è da subito invitato nei più importanti festival della nuova scena in Italia e all’estero con date in Giappone, Gran Bretagna, Germania, Indonesia, Stati Uniti, Spagna, Portogallo, Francia, Perù e una presenza costante sul territorio nazionale. Tra gli ultimi lavori si annoverano Robinson, in collaborazione con l’artista visivo Luca Trevisani, che ha debuttato nel 2014 al Teatro Argentina di Roma, le installazioni ambientali nate per diversi festival nazionali e Veduta (2016), lavoro nei quale il gruppo inizia un’indagine immersiva sul paesaggio e la prospettiva adattabile a qualsiasi orizzonte urbano. Bermudas (2017-18) è invece un lavoro sul moto perpetuo e il movimento puro, costruito per un folto numero intercambiabile di performer. BErmudas_Tequila Sunrise, la versione per palcoscenico ha vinto il Premio Danza&Danza, attribuito dalla critica di settore, come “miglior produzione italiana” del 2018. Orografia/Parete Nord è il loro ultimo lavoro, coprodotto da Torinodanza 2018. 

Informazioni:
http://www.centrosantachiara.it


Evento segnalato da Stagione teatrale / Rovereto

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising