L'ateneo dei racconti - 8a edizione

Evento segnalato da Opera Universitaria di Trento
- (Foto dal sito ufficiale)
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Mar. 02 a Mar. 16 aprile 2019
Dove: Teatro Sanbapolis, Via della Malpensada, Trento
Orario: ore 21.00 (2, 9 e 16 aprile 2019)
Note: ingresso libero / Il teatro Sanbàpolis - in via della Malpensada, 82 - è raggiungibile da Trento sud, zona Madonna Bianca, seguendo via Menguzzato e viale Verona fino al bivio sulla destra con via Malpensada, che si deve imboccare seguendo le indicazioni per lo studentato S. Bartolameo

L'Ateneo dei Racconti ottava edizione: i 10 racconti finalisti diventano performance:

Martedì 2 aprile 2019
1a SERATA

Martedì 9 aprile 2019
2a SERATA

Martedì 16 aprile 2019
SERATA FINALE
PROCLAMAZIONE E READING DEI VINCITORI, il racconto premiato dalla Giuria letteraria sarà letto da FEDERICA CHIUSOLE e illustrato da NADIA ISCHIA (artista della sabbia).
Immaginate una decina di ragazzi tra i venti e i venticinque anni che hanno la passione della scrittura, ma anche altre cose per la testa come il proprio futuro, la facoltà a cui sono iscritti, gli amici, un amore e cose simili. Leggono un giorno di un concorso, si chiama l’Ateneo dei Racconti, è aperto a tutti gli studenti iscritti all’Università del Trento, ma anche a trentini che studiano altrove. I dieci ragazzi leggono che concorrere non è difficile, basta scrivere un racconto breve, un certo numero di battute, senza sgarrare e inviarlo all’Ufficio Cultura dell’Opera Universitaria di Trento che organizza il tutto. Pare sia una cosa seria, esiste da otto anni, tanto vale provare. I dieci ragazzi scrivono o pescano qualcosa che avevano scritto e lo mandano, poi, per qualche mese, pensano a tutt’altro: esami, l’amore che magari soffia da un’altra parte, famiglia, serate. Poi ricevono una mail, il loro racconto è tra i dieci finalisti. Bene, dicono. E ora?
Per due mesi lavorano con il regista teatrale Guido Laino per trasformare il loro racconto in una performance di una decina di minuti. Due mesi tosti, anche perché molti di loro non hanno mai letto in pubblico, mai saliti su un palco, mai recitato. E il palco che si troveranno a calcare non è un palco da principianti, stiamo parlando del Teatro Sanbapolis, duecento e passa persone davanti. Così ci danno davvero dentro, molte ore di prove, amici coinvolti per musiche, recitazione, video, animazioni. E viene la prima delle serate. Cinque performance vanno i scena. Teatro pieno, applausi, entusiasmo. Una grande giuria di studenti della superiori, e per grande intendiamo sessanta ragazzi, vota la migliore delle performance della serata, quella che andrà in finale. Succedeva il 2 aprile. Lo stesso accade per gli altri cinque racconti messi in scena nella seconda serata, quella di martedì 9 aprile. Applausi tra il pubblico, grandi abbracci dietro le quinte per quei dieci che fino a due mesi prima erano estranei e adesso sudano, tremano, gioiscono e festeggiano insieme.
E siamo a oggi, anzi a Martedì, 16 aprile, ore 21, Teatro Sanbapolis, la serata finale dell’Ateneo dei Racconti 2019, quella dove vengono attribuiti i premi alla migliore performarce secondo gli studenti delle superiori e secondo una ristrettissima giuria di esperti, il premio al miglior racconto a insindacabile giudizio della giuria di trenta studenti universitari  e di un quartetto di titolati esperti di letteratura ed editoria. In palio due corsi di Scrittura alla Scuola Holden di Torino e due corsi di Teatro offerti dal CTOlmi24 (Centro Teatro Trento). Quattro premi in tutto, per dieci racconti. Qualcuno che vince e qualcuno che potrà dire di essere arrivato comunque in finale il che vuol dire aver percorso questa lunga meravigliosa strada e partecipato a un workshop di due giorni con lo scrittore Davide Longo, docente della Scuola Holden e direttore artistico del concorso. Qualcosa che i ragazzi ricorderanno, come dimostrano i tanti partecipanti delle edizioni precedenti seduti tra il pubblico o impegnati nella conduzione, nell’organizzazione davanti e dietro le quinte. “Un’esperienza che ti cambia e apre nuove strade, ti da il coraggio di inseguire e coltivare le tue passioni” dichiarano, “un concorso dalla formula originale e innovativa, unico in Italia, siamo fortunati ad averlo qui a Trento”.
Andate al Sanbapolis martedì, oltre ai dieci finalisti in concorso potrete vedere due professioniste come l’attrice Federica Chiusole e l’artista della sabbia Nadia Ischia trasformare in uno straordinario spettacolo di parole e “sabbia” il racconto vincitore della sezione narrativa.
Andate a vedere loro e tutti i ragazzi in scena: portatevi a casa la sensazione che i giovani ci sono, si impegnano e fanno cose bellissime. Basta solo un po’ di spazio, un po’ di tempo, un po’ di attenzione per loro. Bastate voi.

Informazioni e programma completo:
www.operauni.tn.it


Evento segnalato da Opera Universitaria di Trento

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising