Filtro agenda / Incontri

Festa per il ringraziamento del raccolto

- (Foto dal sito ufficiale)
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: Dom. 28 ottobre 2012
Dove: I Giardini di Castel Trauttmansdorff, via S. Valentino 51a, Merano (Bz)
Orario: ore 10.00

I Giardini di Castel Trauttmansdorff organizzano per domenica 28 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 17.00 la “Festa interculturale di ringraziamento per il raccolto”: presso diverse stazioni saranno proposti momenti di musica, danza e gastronomia dai diversi paesi del mondo e ampio spazio sarà riservato anche al divertimento dei più piccoli. La festa, che viene organizzata quest'anno per la prima volta e si svolge in cooperazione a svariati enti, tra cui la Caritas Diocesi di Bolzano-Bressanone, l'associazione Kinderfreunde Südtirol, l'organizzazione OEW Zambia, oltre ai contadini e alle contadine dell'Alto Adige, intende essere un omaggio, nella tipica cornice autunnale dei Giardini, alla natura e alla sua importanza, al di là di qualsiasi confine e cultura.

Merano, ottobre 2012 - Raccolto e ringraziamento: sin da quando l'uomo ha iniziato a dedicarsi al lavoro agricolo e alla coltivazione di alberi da frutto, ha sempre ringraziato la natura per i suoi copiosi doni. Attraverso danze, processioni, preghiere o rituali, le diverse culture esprimono la propria gratitudine nei confronti di avi, dei o spiriti. Variano soltanto le scadenze, in base alle diverse condizioni climatiche presenti sul nostro pianeta. Per dare risalto a questo avvenimento, ma soprattutto per suscitare l'interesse di famiglie e abitanti del luogo per la "colorazione" autunnale dei Giardini, Castel Trauttmansdorff organizza per domenica 28 ottobre la prima “Festa interculturale di ringraziamento per il raccolto”.

Qual è il significato di questa manifestazione e perché i Giardini ne sono la sede ideale, ce lo spiega la responsabile del marketing Heike Platter: "Il rispetto per la natura è profondamente radicato nella filosofia del Trauttmansdorff, e i nostri visitatori lo percepiscono, vivendo e sperimentando i Giardini come un punto d'incontro, armonioso e sereno, tra generazioni e culture differenti. Inoltre i Giardini riuniscono su una superficie di 12 ettari oltre 80 paesaggi naturali e culturali diversi, provenienti da ogni angolo del mondo, sono quindi lo scenario ideale per una festa variopinta e internazionale, durante la quale è concesso a culture diverse di interagire tra loro".

I visitatori dei Giardini di Sissi troveranno ad accoglierli un poliedrico programma di manifestazioni: gli ospiti della struttura di accoglienza per profughi e richiedenti asilo politico Casa Arnika di Merano prepareranno stuzzichini e specialità dei loro paesi d'origine e provvederanno all'intrattenimento musicale presso il loro stand, dove, su richiesta, i visitatori potranno anche farsi intrecciare i capelli. I contadini e le contadine dell'Alto Adige offriranno castagne arrosto e tipiche prelibatezze altoatesine, con sottofondo di musica tradizionale.

Grandi soddisfazioni saranno riservate soprattutto ai più piccoli: presso il padiglione d’autunno alcuni membri dell'organizzazione OEW Zambia narreranno racconti di ogni parte del mondo sul ringraziamento per il raccolto. L'associazione Kinderfreunde Südtirol proporrà trucchi per bambini nei variopinti colori dell'autunno, oltre ad uno spazio dedicato alla creatività manuale. Interattività con la I maiuscola, quindi: nell'ambito di un happening artistico, i visitatori potranno esprimere le proprie opinioni sul tema del ringraziamento per il raccolto, pensieri che verranno interpretati in forma artistica, musicale, poetica e pittorica e daranno vita al “Bogolan”, tipico quadro africano, che sarà poi esposto ai Giardini.

Anche il ristorante dei Giardini, lo Schlossgarten, proporrà un menu a tema. Da non perdere è l'atmosfera unica che pervade i Giardini anche in autunno: il fogliame dal tipico colore autunnale risalta soprattutto nel Giardino giapponese e tra i Boschi del mondo; nelle terrazze di riso asiatiche, sul lato nord del Castello, spunta il riso; nel palmeto campeggiano le camelie autunnali in fiore, con le loro delicate tonalità del bianco e del rosa; nel laghetto delle ninfee spiccano i colori marrone-dorati del Miscanthus e dell'Eupatorium cannabinum, mentre a conferire un fascino tutto particolare ai Giardini intervengono anche svariati frutti in maturazione proprio in questi giorni: fichi, castagne, diverse varietà di viti presenti ormai da molti anni in Alto Adige, olive e melagrane. Anche le 175 differenti qualità di dalie in esposizione hanno raggiunto l'apice della fioritura e incantano i visitatori con le loro infinite forme e colorazioni.


Evento segnalato da I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising