Filtro agenda / Incontri

Quando il gioco ti gioca - Riflessioni sociologiche sul gioco d'azzardo eccessivo

Data: Gio. 10 maggio 2012
Dove: Bar Duomo, via Verdi, Trento
Orario: ore 17.00

Dialogo con Bruno Bertelli e Valentina Molin (Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale) per "Farsi Un'Idea. Il Caffè scientifico dell'Università di Trento" rivolto a chiunque desideri approfondire l'argomento e saperne di più, in un contesto piacevole e informale. Entrata libera e gratuita.

Videointerviste agli ospiti e altro materiale: www.unitn.it/caffescientifico

In Italia, attualmente, si osserva una grande diffusione del gioco d'azzardo. Un ventaglio sempre più ampio di tipologie e di modalità, che viene promosso in vari modi, insieme all'illusione del "vincere facile". Eppure, al tempo stesso, si assiste a una vera e propria levata di scudi. Un numero sempre maggiore di soggetti, istituzioni ed esperti mette in guardia da ciò che può diventare una forma di dipendenza dalle pesanti conseguenze relazionali, psicologiche, economiche e sanitarie. Ma allora il gioco d'azzardo è un legittimo e innocuo tentare la fortuna oppure è un'insidiosa dipendenza? O può essere entrambe le cose? Si può individuare un confine tra gioco e dipendenza? Quando si può parlare di patologia?
Nel "caffè" con Bertelli e Molin si guarderà a entrambe le facce del gioco. La faccia positiva considerando che il gioco appartiene alla storia dell'uomo e delle società. E quella negativa approfondendo gli aspetti che lo possono far diventare una vera e propria malattia.
«Come sociologi - afferma Bruno Bertelli - guardiamo alla dimensione umana e sociale del gioco, alla pluralità di dimensioni e di interessi che esso ha». E riprende: «Uno dei limiti dell'Italia è la mancanza di una regolamentazione adeguata. Rispetto ad altri Paesi, infatti, poco si fa sul fronte dell'informazione, dell'educazione, della ricerca e dell'effettivo rispetto dell'applicazione delle norme».
Valentina Molin aggiunge: «Se la stragrande maggioranza della popolazione gioca in modo sociale non va trascurato il numero, purtroppo crescente, di giocatori che sviluppano una ludopatia che produce costi individuali e sociali assai elevati. È, pertanto, importante indagare quell'area "grigia" che contraddistingue il passaggio dal gioco sociale al gioco problematico».

NOTE OSPITI
Bruno Bertelli è professore associato di Sociologia della devianza presso la Facoltà di Sociologia e, fra i temi di studio e ricerca, si è occupato di prevenzione delle dipendenze da sostanze e di dipendenze compulsive comportamentali, con riferimento anche alla realtà del Trentino e dell'Alto Adige. Valentina Molin è dottore di ricerca in Sociologia applicata e metodologia della ricerca sociale e collabora al corsi di Sociologia della devianza presso la Facoltà di Sociologia. È autrice di alcuni saggi sul gioco d'azzardo e sulle dipendenze compulsive.


Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising