Filtro agenda / Incontri

Chi controllerà l'intelligenza artificiale? / MUSE::Next - Puntando al futuro

Evento segnalato da MUSE - Museo delle Scienze
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: Mar. 07 maggio 2019
Dove: MUSE, Corso del lavoro e della scienza, Trento
Orario: ore 20.30
Note: Ingresso libero, prenotazione obbligatoria su www.eventbrite.it

Ultimo appuntamento, martedì 7 maggio alle 20.30, con MUSE::Next, il ciclo di incontri per geek e neofiti di tecnologia, organizzati dal MUSE in collaborazione con Speck&Tech, per approfondire tematiche futuristiche legate al mondo tecnologico, ma non solo. Tema della serata, che vedrà confrontarsi sul palco Paolo Traverso, Direttore del Centro per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione della Fondazione Bruno Kessler e Claudio Comandini, informatico specializzato nella realizzazione di chatbox, sarà l’Intelligenza artificiale, con i problemi etici e normativi che comporta. A fine serata, come da ricetta Speck&Tech, sarà possibile continuare a dialogare con i relatori nel corso di un aperitivo informale con speck e birra. 

Nel 1990, l’inventore, informatico e saggista statunitense Ray Kurzweil affermò che - entro 8 anni - l’intelligenza artificiale avrebbe potuto battere quella umana, in una partita a scacchi. E infatti, nel 1997, il computer Deep Blue di IBM ha sconfitto il campione Gary Kasparov. Oggi, Kurzweil sostiene che nel 2029 l’intelligenza artificiale emulerà perfettamente le caratteristiche intellettuali ed emotive degli esseri umani. Alla luce di queste previsioni, è naturale domandarsi quanto sia fondata la preoccupazione di Stephen Hawking, che indicò nella stupidità umana e nell’intelligenza artificiale due dei tre pericoli più grandi che minacciano la nostra sopravvivenza.

Quello che è certo, è che uno strumento potente come l’intelligenza artificiale pone dei problemi etici prima ancora che normativi. Come evitare che l’intelligenza artificiale riproduca e amplifichi i pregiudizi di chi la crea? Quando un computer sarà in grado di decidere su aspetti sempre più importanti della nostra vita, chi se ne assumerà la responsabilità?
Nel corso dell’incontro si proverà a rispondere a queste e ad altre domande sul rapporto tra etica e sviluppo tecnologico, in un ambito come l’intelligenza artificiale che - oggi -cresce con estrema rapidità. 

Paolo Traverso è il Direttore del Centro per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione della Fondazione Bruno Kessler (FBK ICT IRST) dal 2008. Il Centro conta più di 200 dipendenti (ricercatori, sviluppatori, project managers e studenti di dottorato) che lavorano nei settori dell’intelligenza artificiale, della scienza dei dati e dell’apprendimento automatico, dei sistemi per la sicurezza.
Da gennaio è consigliere scientifico del DFKI, il Deutsches Forshungszentrum für Künstliche Intelligenz di Saarbrücken, il più importante istituto a livello mondiale in materia.

Claudio Comandini, laureato in Scienze dell'Informazione, ha speso una decina d'anni tra Milano e Bologna lavorando per aziende di vario tipo: banche, motori di ricerca, consulenza, supply chain, centri di ricerca universitari. Nel 2015 inizia a sviluppare chatbots per conto della californiana Assist, oggi parte di Conversocial. Director of Engineering del team che si occupa di automazione, attualmente coordina un team che realizza una platform per la creazione di chatbot. Speaker occasionale ad eventi sulla tecnologia. 

Informazioni ed approfondimenti:
https://www.muse.it


Evento segnalato da MUSE - Museo delle Scienze

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising