Filtro agenda / Musica

Dittico: Il segreto di Susanna e La notte di un nevrastenico

Evento segnalato da
Prove allestimento (Foto dal sito ufficiale)
Prove allestimento (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Ven. 14 a Dom. 16 dicembre 2012
Dove: Teatro Sociale, via Oss Mazzurana, Trento
Orario: venerdì 14 dicembre 2012 ore 20.30 / domenica 16 dicembre 2012 ore 16.00
Note: spettacolo in abbonamento

La nuova produzione del Centro Servizi Culturali S. Chiara vede rappresentato per la prima volta in regione un piacevole e curioso dittico novecentesco, che accosta gli atti unici “Il segreto di Susanna” di Ermanno Wolf Ferrari e “La notte di un nevrastenico” di Nino Rota. Due gioiellini lirici accomunati drammaturgicamente dalla messa in scena di un piccolo sotterfugio, che trova come contraltare la paura di essere gabbati. Wolf Ferrari e Rota, con impareggiabile humor teatrale e musicale, mettono in ridicolo piccole paure e sottili nevrosi, che nella vita reale perdono proporzione, apparendoci come veri e propri drammi.

IL SEGRETO DI SUSANNA
Intermezzo in un atto di Enrico Golisciani
Musica di Ermanno Wolf-Ferrari

la contessa Susanna – soprano, Monica Tarone
il conte Gil – baritono, Marcello Rosiello
Sante – servitore muto, Klaus Saccardo

Ne “Il segreto di Susanna” (messo in scena per la prima volta a Monaco nel 1909), un segreto inconfessato scatena la furiosa gelosia del Conte Gil, che sente odor di fumo e sospetta la presenza di un rivale. La moglie, in realtà, gli nasconde solo la sua voglia di fumare. L’opera è una delicata miniatura musicale, un autentico gioiello di teatro da camera (per soprano, baritono e mimo), che si pone come modello La serva padrona di Pergolesi. Tuttavia la raffinata orchestrazione e lo stretto legame tra fra testo letterario, musicale e gesto teatrale spinsero Felix Mottl ad affermare: «è l’opera più wagneriana che io conosca». Gil viene visto dal regista come un appassionato delle più recenti tecnologie che, in piena Belle Epoque, erano appannaggio esclusivo di ricchi e nobili. Un proiettore a manovella, i primi telefoni ed i voli in monoplano, fanno dunque da sfondo alla messa in scena.

LA NOTTE DI UN NEVRASTENICO
Dramma buffo in un atto di Riccardo Bacchelli
Musica di Nino Rota
Il nevrastenico – basso baritono, Nicola Ulivieri
Il portiere – basso baritono, Marcello Rosiello
Il commendatore – tenore, Filippo Pina Castiglioni
Lei – soprano, Monica Tarone
Lui – tenore, Gianluca Arnò
Il cameriere – tenore, Max Jota
Quattro camerieri Julia Aichner, Francesca Martinelli, Max Jota, Simone Marchesini

“La notte di un nevrastenico” (che ebbe la sua “Prima” alla Piccola Scala di Milano nel 1960), ci parla dell'assurda frenesia di un'era, che dagli anni '50 è presente tutt'ora. L'albergo, teatro delle  nevrosi e dell'insonnia del protagonista impersonato dallo stesso Nicola Ulivieri, rende bene l'idea di quella mobilità estrema, ormai necessaria per lavoro come per gli incontri più intimi. Nata come radiodramma,“La notte di un nevrastenico” mette in scena un uomo dal sonno leggerissimo che tra allucinazioni ed incubi minaccia il personale e mette in fuga gli ospiti delle stanze attigue. Con l'ausilio delle tecniche video, prendono vita e consistenza in modo ancor più vivido le presenze reali e surreali all'interno dell'hotel, sottolineando il lato grottesco della vicenda.

Orchestra: Ensemble Zandonai e Conservatorio di Musica F. A. Bonporti di Trento
Direttore Dennis Assaff
Nuova produzione del Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento
Regia Nicola Ulivieri
Scene Filippo Andreatta
Video Armin Ferrari
Costumi Chiara Defant
Luci Marco Comuzzi


Evento segnalato da

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e articoli in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising