Filtro agenda / Musica

La traviata di Giuseppe Verdi

Evento segnalato da
Una scena dello spettacolo (Foto dal sito ufficiale)
Una scena dello spettacolo (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Ven. 30 a Sab. 31 marzo 2012
Dove: Teatro Comunale, Piazza Verdi, Bolzano.
Orario: Ore 20.00.

Precede gli spettacolo l’introduzione all’opera con Giacomo Fornari nel foyer del Teatro Comunale alle ore 18.30.

Melodramma in tre atti/ Melodrama in drei Akten; Libretto Francesco Maria Piave; da/ nach La dame aux camélias di/ von Alexandre Dumas d.J. / figlio; direzione; musicale/ musikalische Leitung Pietro Rizzo; regia/ Regie Rosetta Cucchi; orchestra/ Orchester Orchestra Regionale dell`Emilia Romagna; Coro/ Chor Coro Lirico Amadeus.


La stagione lirica si conclude con un titolo tra i più celebri del repertorio lirico italiano: La Traviata di Giuseppe Verdi. Il capolavoro del Maestro di Busseto verrà rappresentato venerdì 30 e sabato 31 marzo (ore 20) in un nuovo allestimento realizzato in coproduzione con Fondazione Teatro Comunale di Modena e Fondazione Teatri di Piacenza. Regia di Rosetta Cucchi. Direzione Musicale di Pietro Rizzo. Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e Coro Lirico Amadeus. Coreografie di Monica Casadei. Interpreti: Irina Lungu e Monica Tarone(31/3 – quest’ultima apprezzata interprete di Juliette in Romeo et Juliet a ottobre a Bolzano) nel ruolo di Violetta, Milena Josipovic (Flora Bervoix), Paola Santucci (Annina), Giuseppe Varano e Alejandro Roy (31/3) nel ruolo di Alfredo Germont, Simone Piazzola e Carlos Bergasa (31/3) nel ruolo di Giorgio Germont, suo padre, Stefano Consolini (Gastone, Visconte di Letorières), Matteo Ferrara e Daniel Stefanov (31/3) nel ruolo del Barone Douphol, Valdis Jansons (Il Marchese d’Obigny), Daniele Cusari (Il Dottor Grenvil).
Questo nuovo allestimento de La Traviata è ambientato in tempi moderni: la regia inasprisce il sentimento di solitudine della protagonista che, come una bambola tirata dai fili di un destino da lei stessa scelto, sfiora continuamente nella vita una moltitudine di anime senza mai incontrarle veramente, fino a quando un uomo riesce a toccarla, a entrare nella sua scatola, a insinuare in lei il sospetto che da quel luogo dell’anima si possa uscire con le proprie forze, beffando il destino. Violetta proverà quindi a strappare quei fili che la muovono, ma alla fine tornerà ad essere una delle tante storie di “povere donne” umiliate dall’indifferenza del comune senso del pudore di una società benpensante, vera “traviata” di questa vicenda.
Quattro atti su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas figlio La dame aux camélias, La Traviata viene considerata l’opera verdiana più significativa e romantica, terza e ultima opera della “trilogia popolare” assieme a Il trovatore e Rigoletto. La sua prima rappresentazione avvenne il 6 marzo 1853 al Teatro La Fenice di Venezia: soprattutto a causa di interpreti non adeguati, oltre alla scabrosità per l’epoca dell’argomento, fu un clamoroso fiasco; l’anno seguente, sempre a Venezia ma con un cast differente, riscosse il meritato successo. Tanti sono i passaggi che l’hanno resa famosa nel mondo: l’invocazione di Violetta Amami, Alfredo; il brindisi Libiamo ne’ lieti calici; l’aria Addio, del passato; il duetto Parigi, o cara.


Evento segnalato da

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising