Filtro agenda / Musica

The Bankrobber e Solver

Evento segnalato da
The Bankrobber (Foto dal sito ufficiale)
The Bankrobber (Foto dal sito ufficiale)
Data: Ven. 11 maggio 2012
Dove: Piazza Catena, Riva del Garda (Tn)
Orario: ore 21.30

The Bankrobber: Fra i gruppi italiani emergenti si stanno facendo strada questi quattro ragazzi di Riva del Garda (TN), che nel 2009 hanno vinto il contest Rock Targato Italia e nel 2010 hanno pubblicato l’Ep Rob The Bank, dove nel brano “Moviola” troviamo la partecipazione di Enrico Ruggeri, che ogni tanto indossa delle loro magliette. La band è dedita ad un sound molto british, debitore della tradizione musicale che parte col beat degli anni ’60, fino ad arrivare alla new wave ottantiana e al post punk, producendosi in un mix sonoro ricco di sfumature e di suggestioni colte.
Indifferente è composto di tre brani che partono con la title track, una canzone dominata da un giro in chiave punk, energico e contagioso, il ritornello si stampa subito in mente e il gruppo sembra aver raggiunto una buona maturità, il testo è in italiano. “Funerale di un Automa” è scritta con la collaborazione di Ruggeri, il sound è in bilico fra punk rock e suoni elettronici tipici degli anni ’80, anche il modo di interpretare il testo riporta a quel periodo, ma c’è una freschezza inedita e propria della band, che piace. Il pezzo conclusivo “I Wanna Wake Up” è in inglese, molto carino il refrain, sembra proprio che il gruppo sia dotato di una vena musicale molto spiccata, le citazioni ci sono, ma diventano punto di merito.
I the Bankrobber sono un gruppo fresco, che ha voglia di fare musica divertente e impegnata al tempo stesso e si staccano dalla massa dei gruppi che circolano nel nostro strano panorama nazionale.

Solver: L’incontro nella primavera del 2009 tra Stefano e Francesca è il preludio alla nascita dei Solver. Uniti dalla sorte per esibirsi acustici alla prima edizione di Percezioni Musicali, Stefano e Francesca si trovano a preparare alcuni brani qualche giorno prima dell’esibizione. Tra i due nasce subito una sintonia e un feeling che sarebbe stato un peccato sprecare, quindi decidono di proseguire l’esperienza abbandonando l’acustico e passando all’elettrico.
Qui entra in scena Maurizio, bassista già ai tempi degli Anietzka con Stefano, infine Daniele alla batteria che nel luglio del 2009 risponde a un annuncio messo dai tre.
I quattro si mettono subito al lavoro preparando alcune cover di gruppi tra i quali Three Days Grace, Flyleaf, Guano Apes; e circa tre mesi dopo il 14 ottobre 2009 si esibiscono live alla seconda edizione di Percezioni Musicali a Rovereto e sempre nell’autunno del 2009 i Solver si esibiscono a Verona al Lem Caffè.
Nel gennaio 2010 Daniele prende una strada diversa e lascia i Solver che si trovano dopo soli sei mesi senza un batterista. Francesca, Stefano e Maurizio però hanno una gran voglia di continuare, così viene contattato Manuel batterista proposto da un amico del gruppo. Con il nuovo batterista i tempi sono stretti per preparare il live in programma a maggio, ma dopo poche prove il gruppo si esibisce per la prima volta con la nuova formazione il 19 maggio 2010 a Percezioni Musicali 3 a Rovereto, dove portano la loro prima composizione: “Il Giorno di Venere”.
Con l’inizio dell’estate i Solver iniziano ad esibirsi in varie date: la prima a giugno in piazza Loreto a Rovereto al concerto per la Giornata del Rifugiato quindi agli inizi di agosto partecipano al Rosso Rock dove portano il secondo pezzo proprio: Waste Land. La band continua a suonare nelle piazze trentine e a fine agosto non manca alla chiamata del Cdm di Rovereto dove in una fantastica cornice scenografica si esibisce di fronte a una platea incuriosita in centro città; portando i successi del genere alternative rock made Usa tra i quali: Three Days Grace (Animal I Have Become e I Hate Everything About You), Breaking Benjamin (Breath), Flyleaf (Fully Alive), Seether (Gasoline), HIM (Wings of a Butterfly), Guano Apes (Big In Japan).
L’appuntamento per settembre è quello del concorso Summer Rock Rotta 360° organizzato da Street Music di Dario Turco, una sfida e uno stimolo in più per i quattro ragazzi trentini.
Tra settembre e ottobre i Solver lavorano al loro terzo inedito In the Dark.
Nel frattempo preparano il concerto di addio a Maurizio che - perché la vita va così - decide di trasferirsi a Parma abbandonando il gruppo. È la festa di Halloween che sancisce la fine della collaborazione di Maurizio con i Solver che dopo un esaltante concerto alla Talpa di Pinè se ne va tra le nebbie padane.
Non passa molto tempo che il gruppo trova in Gabriele un nuovo bassista con il quale riarrangiano gli inediti e lavorano su nuovi pezzi che saranno probabilmente pronti per la prossima primavera.
Nuova stagione e nuovi concerti! I Solver partecipano ai concorsi musicali Italia Wave Love Festival, Notti di Maggio e infine Suoni Universitari. Arrivano in finale al concorso Rock in Pinè esibendosi in un gran concerto a Bedollo, dove mancano di poco la vittoria. L’estate 2011 li vede protagonisti solo in sala prove perché la cantante Francesca approfitta dell’occasione di vivere l’esperienza di quattro mesi in Svezia con il progetto Erasmus dell’Università di Trento.


Evento segnalato da

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising