Filtro agenda / Musica

Il pianto d'Orfeo: un ritratto di Orfeo nell'opera di Monteverdi e contemporanei

- (Foto dal sito ufficiale)
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: Sab. 18 novembre 2017
Dove: Castello del Buonconsiglio, Trento
Orario: ore 21.00
Note: Si informa il gentile pubblico che la sala del Castello del Buonconsiglio ha una capienza limitata. Per gli appuntamenti al Castello del 14 e 18 novembre è perciò necessario ritirare preventivamente il biglietto gratuito presso la biglietteria del Castello (da martedì a domenica, orario 10-18) a partire dal 7 novembre

Si concluderà sabato 18 novembre al Castello del Buonconsiglio la 31ª edizione del Festival “Trento Musicantica”, organizzato dal Centro di eccellenza Laurence K.J. Feininger e dal Centro Servizi Culturali S. Chiara. Il concerto, per il quale i biglietti d’ingresso sono ormai esauriti, avrà per protagonista lEnsemble Scherzi Musicali che proporrà al pubblico IL PIANTO D’ORFEO – Un ritratto di Orfeo nell’opera di Monteverdi e contemporanei.  
La figura di Orfeo, cantore capace di piegare al suono della sua lira gli animali e tutta la natura, rappresenta la potenza della musica. I due principali miti legati ad Orfeo sono quello della discesa agli inferi, che egli compie per riportare in vita la morta sposa Euridice, e quello dell’uccisione per sbranamento da parte dalle Mènadi. Letteratura, poesia, arte figurativa e musica si sono largamente ispirate a questi miti in tutti i tempi.
Il Festival Trento Musicantica si conclude in bellezza con un programma monografico dedicato proprio ad Orfeo il cui mito ha ispirato molti compositori italiani del Seicento e sta alla base dei primi grandi esiti del ‘recitar cantando’.
L’Orfeo per eccellenza del primo barocco è quello di Claudio Monteverdi (1607), che nasce dalle pionieristiche invenzioni operistiche di Iacopo Peri e di Giulio Caccini (entrambe intitolate Euridice  e rappresentate nell’anno 1600), e che avrà una grande influenza sulla produzione del resto del secolo, come il magnifico Orfeo di Luigi Rossi e quello di Antonio Sartorio.
Il programma del concerto conclusivo dell’edizione 2017 del Festival rappresenta una delle più belle collezioni di arie del Seicento e mette a confronto ben dieci compositori italiani del XVII secolo. I ventiquattro pezzi, alcuni puramente strumentali, si susseguono senza soluzione di continuità, con sottili transizioni che legano la trama ricostruita di un Orfeo dolente, che canta la sua bella Euridice, prima felicemente, poi disperatamente.
Il personaggio di Orfeo (il baritono Nicolas Achten) ha la parte del leone, e l'ensemble Scherzi Musicali lo sostiene in alcune arie con un organico dal magnifico colore strumentale, dove spiccano gli interventi del cornetto. Il viaggio, accanto ad alcune arie assai note, permette di fare delle bellissime scoperte, come la passacaglia di Luigi Rossi ‘Mio ben, teco ’l tormento’ o l’aria di Jacopo Peri ‘Funeste piagge’, o ancora il lancinante lamento per Euridice ‘Se desti pietà’ di Antonio Sartorio.
L’Ensemble sarà diretto da Nicolas Achten che suonerà l’arciliuto e saranno impegnati nell’esecuzione strumentale anche Lambert Colson (cornetto), Eriko Semba (lirone) e François Dambois (tiorba).  

Informazioni:
Trento Musicantica – 31ª edizione. L’incanto di Orfeo


Evento segnalato da Centro Servizi Culturali S.Chiara

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising