Filtro agenda / Notizie

Uploadsound 2020 ultimo atto: ecco i 12 finalisti

Notizia segnalata da
Sabato 12 dicembre si sfideranno per i ricchi premi per aprire il grande concerto in streaming degli I Hate My Village / Comunicato stampa

Svelati i nomi dei 12 finalisti del contest euroregionale UploadSounds 2020, che con le audizioni di sabato 12 dicembre giunge alla sua conclusione. A contendersi i ricchi premi e la possibilità di aprire il grande show degli I Hate My Village, saranno Another Vision, BAIBA, Bianca, Candirù, cartapesta, Dodicianni, Humus, Ganesh, Marion Moroder, Mondo Frowno, The Evening Empire e Zelda.

Sono sei trentini, quattro altoatesini e due tirolesi, i 12 progetti musicali under 35 dell’Euregio selezionati online dalla giuria di qualità tra i 77 iscritti al contest per la grande finale di UploadSounds 2020, in programma a porte chiuse sabato 12 dicembre al Teatro Cuminetti di Trento. In palio, per il vincitore, la possibilità di aprire il concerto esclusivo degli I Hate My Village, che in serata, dal palco del Teatro Auditorium Santa Chiara, chiuderà la dodicesima edizione di UploadSounds, e una serie di ricchi premi.

Nello specifico, a darsi battaglia a suon di note nel lungo pomeriggio di audizioni, saranno i trentini Candirù, cartapesta, Humus, Ganesh, Mondo Frowno e The Evening Empire, gli altoatesini Bianca, Dodicianni, Marion Moroder e Zelda, infine i tirolesi Another Vision e BAIBA.

Dopo le audizioni dei finalisti, sarà proclamato il vincitore di UploadSounds 2020 e saranno  premiati anche il secondo e il terzo classificato, nonché il miglior artista under21 di questa stagione. Anche quest’anno i premi in palio - del valore complessivo di 20.000 euro - sono destinati al consolidamento e alla crescita del percorso musicale dei musicisti, e consistono in sessioni di produzione audio/video e nel lancio su stampa e social media dei progetti musicali, grazie al coinvolgimento di importanti professionisti del settore musicale e artistico italiano, quali - tra gli altri - Claudio Zagarini e Bruno Belissimo, per chi salirà sul podio, e il team di Upload School, composto da Cesare Petulicchio, Leonardo Milani e Johnny Mox, per l’under21. I premi avranno un valore di 8.000 euro per il vincitore, di 5.000 per il secondo e di 2.000 per il terzo classificato, mentre al miglior progetto under 21 andrà un premio del valore di 5.000 euro. Grazie alla collaborazione ormai pluriennale tra UploadSounds e l’agenzia di booking Locusta, il miglior giovane si aggiudicherà, inoltre, la possibilità di aprire un concerto di un artista targato Locusta, nel corso della stagione 2021-2022.

La premiazione, in programma alle ore 21.30, aprirà la grande serata di musica che sarà trasmessa in diretta streaming sui canali Youtube e Facebook di UploadSounds. La serata proseguirà con l’esibizione del vincitore del contest e, a partire dalle 22.25, con l’unica data del 2020 degli I Hate My Village, il supergruppo formato da Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours), Alberto Ferrari (Verdena) e Marco Fasolo (Jennifer Gentle), tra le band rivelazione degli ultimi anni in Italia.

Scheda evento

Guardando ai finalisti, invece, gli Another Vision sono un trio di Innsbruck nato nel 2015, che, dopo l’EP di debutto "Stranger" (2017) e il seguente "Of the Leash" (2019), ha posto al centro della la propria musica le tensioni tra l'analogico e la creazione sintetica dei suoni. Viene da Innsbruck anche BAIBA, giovane musicista lettone trapiantata da anni in Austria dedita alla musica elettronica che, da sola sul palco, dà vita a set sempre potenti e abbaglianti. Bianca è una cantautrice bolzanina di vent’anni, che fin da piccolissima canta e studia pianoforte. Oggi frequenta il secondo anno del triennio di composizione jazz al Conservatorio “Bonporti” di Trento. Candirù è Iacopo Candela. Solista dal 2014, dopo aver militato in diverse band, ha collezionato centinaia di concerti aprendo a molti artisti di spicco della scena musicale italiana. Nel 2019, ha pubblicato il suo ultimo EP, dal titolo "Intemperie" e oggi si presenta nell’inedito duo con l'attrice teatrale Chiara Benedetti. I Cartapesta, formati da Alessandro Coppola, Federico Reich e Fabrizio Lettieri e prodotti da Giacomo Pallaver, nascono a Trento durante l’estate del 20192019 e propongono sonorità post-quarantena nel solco della musica indie italiana. Dodicianni, nome d’arte di Andrea Cavallaro, da sempre impegnato in ambito musicale e nel campo delle arti performative, dopo l’EP dal titolo “Canzoni al Buio” (2013) e il disco “Puoi tenerti le chiavi” (2015) ha recentemente dato alle stampe il suo nuovo singolo “Discoteche”. Gli Humus sono una band dalle sonorità tra il rock alternative e il grunge nata a Trento nel 2012, con all’attivo, oltre a una lunga serie di concerti sul territorio trentino e nazionale, l’Ep “Uno Alla Volta” (2013) e l’album “Cambia Voce” (2017). Ora sono in attesa di pubblicare il nuovo album registrato a gennaio 2020. Ganesh è un trapper di Povo (Trento) di 19 anni. Fa musica dall’età di 14 e partecipa al contest con il pezzo "Arma", un brano che è stato elaborato e prodotto nell'ambito delle attività di Upload School 2020. Marion Moroder, cantautrice diciannovenne originaria di Ortisei, in provincia di Bolzano, che fa parte del duo “Nothing about Trains” con Andreas Mayr Kondrak. Da solista, propone una musica semplice ma allo stesso tempo intensa, che attinge dal grande bacino del folk americano. I Mondo Frowno suonano insieme da gennaio 2015. Il loro primo Ep autoprodotto, “MNDFRWN”, risale al marzo 2016. Vincitori del concorso "Suoni Universitari" nel 2017, dopo un’intensa attività live in regione e non, ad aprile 2020 hanno dato alle stampe il nuovo album “This! Again?” preceduto dal video di “30th Parade”. Il progetto di The Evening Empire nasce a Londra nel 2017 dal songwriter e producer trentino Alexander Frizzera. Dopo gli inizi da solista, una volta tornato in Italia, amplia la formazione, fino a formare un connubio dove si mescolano psichedelia, originalità e nostalgia british con l’eleganza e la vivacità italiana. Zelda è il nome d’arte di Marco Picone, rapper e storyteller classe 1992 originario di Napoli, ma di base a Bolzano. Dopo varie esperienze, ha pubblicato il primo lavoro solista “EPsodi”, un disco dalle sonorità acustiche e intime in cui si mette totalmente a nudo.

UploadSounds​ è un progetto di Cooperativa Mercurio e Associazione Be It, con il sostegno di Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Land Tirol, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, in collaborazione con Centro Servizi Culturali Santa Chiara e GECT “EUREGIO Tirolo-Alto Adige-Trentino”.

Ulteriori informazioni: http://www.uploadsounds.eu/



Pubblicato il 07 dicembre 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti