Filtro agenda / Notizie

Apertis Hortis

Notizia segnalata da Teatro Comunale di Pergine
- (Foto dal sito ufficiale)
[Teatro Comunale di Pergine Valsugana / Comunicato stampa, 26 maggio 2021]

Da un'iniziativa della Compagnia Raumtraum e ariaTeatro con il contributo della Fondazione Caritro, a giugno partirà la prima edizione di Apertis Hortis, un piccolo Festival teatrale che si svolge all'interno di giardini e orti nascosti del centro storico di Pergine, solitamente chiusi al pubblico. Sette appuntamenti teatrali più tre eventi del Teatro della Meraviglia, festival di scienza e teatro. 

Dopo 6 mesi di distanza tra il pubblico e gli artisti, ovviata dall’utilizzo della piattaforma online, gli spettacoli entrano nelle case delle persone e nel cuore della comunità.

Il festival durerà tutto il mese di giugno: dal 02 giugno al 01 luglio 2021, gli orti e i giardini nascosti, apriranno le proprie porte per accogliere il pubblico perginese, animandosi di luci, voci e musiche.

Mercoledì 02 giugno, presso l'Orto Piva/Beber in via Tre Novembre e giovedì 03 giugno presso il Giardino Novecento in via Doseti 6, entrambi ad ore 21.00: Giullarando  di e con Paolo Grossi produzione EVOE'!TEATRO. Uno spettacolo che necessita solo di un attore e un pubblico disposto a divertirsi. Si riparte dalle origini del teatro: un giullare, un saltimbanco, o più semplicemente un buffone che dall’alto della sua tavola di legno racconta storie del popolo, al popolo. Storie antiche, contro il potere, contro i soprusi, le ingiustizie per denunciare e allo stesso tempo deridere il padrone.

Giovedì 10 giugno ore 21.00, presso l'Orto Sittoni in via Guglielmi: BoccaccESCO, letture e racconti liberamente ispirati al Decamerone di Giovanni Boccaccio rivisti da Gianni Masella, per una produzione ARIATEATRO e TEATRO DELLE GARBERIE. Una serata in cui si potranno ascoltare alcune delle più sapide e divertenti novelle tra quelle scritte da Giovanni Boccaccio, in cui a colpi di arguzia, sensualità e riso le donne e gli uomini del suo tempo, ma anche del nostro, si sfidano, si raccontano, si traggono in inganno e si amano. I racconti del Boccaccio saranno accompagnati ad altri spunti “a tema” spaziando tra la letteratura antica e contemporanea. Gli attori saranno accompagnati dal cantautore Iacopo Candela, in arte Candirù. 

Mercoledì 16 giugno ore 21.00, presso l'Orto Mariotti in via Maier: 90 giorni. Racconti di una stagione in malga di e con Giuliano Comin, tratto da ‘Novanta Giorni. Diario di una stagione in alpeggio’ di Francesco Gubert, produzione TEATROE. Francesco ha mollato tutto per andare a trascorrere una stagione in alpeggio, a mungere vacche e a fare formaggio. Crede forse di aver trovato la via di fuga da una vita fatta di costrizioni, di condizionamenti, di aspettative. E infatti in alpeggio ci ritorna, per una seconda esperienza. Ma questa volta dovrà fare i conti con se stesso e con i propri limiti.

Giovedì 17 giugno ore 21.00, presso l'Orto del Convento dei Frati in Piazza San Francesco: Odissea del Zane con la regia di Claudia Contin Arlecchino, la drammaturgia di Veronica Risatti e produzione di BOTTEGA BUFFA CIRCOVACANTI. L' Odissea del Zane è uno spettacolo che propone un viaggio immaginario dall' Europa al Brasile. Tale viaggio è corroborato da costanti incursioni all'interno di due mitologie, quella greca e quella indigena-afro-brasiliana, sapientemente intrecciate per dar luce a una storia del tutto originale e commovente. Il tema d'attualità sollevato dalla storia raccontata dai due protagonisti riguarda la bellezza in via di estinzione del Pianeta Terra e la salvaguardia di tre preziosi tesori: l' acqua, la foresta e i suoi figli.

Venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 giugno ore 21.00, presso l'Orto Fontanari in Piazza Garibaldi (dietro il Teatro e la nuova biblioteca): il Teatro della Meraviglia, organizzato da Compagnia Arditodesìo e Jet Propulsion Theatre. Tre augmented lecture scentifiche:  venerdì 18 giugno What is life? di e con Gianluca Lattanzi (Dipartimento di Fisica) e Maura Pettorruso; sabato 19 giugno Lucienne, Perreca e le onde gravitazionali di e con Antonio Perreca (Dipartimento di Fisica, UniTrento) e l’attrice Lucienne Perreca; domenica 20 giugno Sesso, genere e cervello (tutti diversi, tutti uguali) di e con Yuri Bozzi (CIMeC - Centro Interdipartimentale Mente/Cervello) e Clara Setti.

Mercoledì 23 giugno ore 21.00, presso l'Orto Fontanari in Piazza Garibaldi: Gli ultimi nastri di Marilyn, di Giulio Federico Janni, per una produzione RAUMTRAUM. Il testo prende spunto dai nastri che Marilyn consegnò, poco prima di morire, al suo psichiatra, il Dott. Ralph Greenson. un flusso di coscienza ininterrotto dettato alle bobine di un registratore in cui mette a nudo le sue debolezze, i suoi amori, i suoi pensieri, alla ricerca della donna all’interno dell’attrice, del mito, del simbolo di perfezione e bellezza. Il ritratto graffiante e sincero di una donna che ogni uomo voleva possedere, ma che nessuno ha mai voluto davvero conoscere. 24 ore dopo Marilyn crollò definitivamente e decise di suicidarsi: o almeno così ci è stato detto, perché la sua morte continua a rimanere avvolta dal mistero.

Giovedì 24 giugno ore 21.00, presso l'Orto Fontanari in Piazza Garibaldi: Il sogno di Bottom, scritto e diretto da Lia Tomatis, produzione ONDALARSEN. Spin off di uno dei più divertenti personaggi di Shakespeare. Siamo nel 1595, nel bosco di “Sogno di una notte di mezza estate”, Bottom e Quince provano lo spettacolo per il Duca. Finita la prova, Bottom si addormenta e si risveglia quattro secoli dopo davanti a un giovane regista che sta cercando di allestire uno sgangherato progetto teatrale nella speranza di ottenere qualche finanziamento pubblico. L’ironia e la satira dominano questo testo e ci spingono a riflettere su alcune contraddizioni del nostro presente che forse sono stati assimilate senza che ce ne siamo veramente accorti. “Ci si accontenta in mancanza d’altro e purtroppo ci si abitua” viene detto all’interno della storia. E’ veramente così o si può cambiare qualcosa?

Giovedì 01 luglio ore 21.00, presso l'Orto Fontanari in Piazza Garibaldi: Un solo grammo di cielo scritto e diretto da Silvia Marchetti, produzione COMPAGNIA DEL CALZINO. Un solo grammo di Cielo è una commedia profonda, spietatamente ironica, amaramente spassosa, tagliente e divertentissima sul tema della scelta. I tre protagonisti, così meravigliosamente esasperati da renderceli incredibilmente affini, si trovano, più o meno consapevolmente, di fronte a un bivio esistenziale cruciale, che riguarda direttamente la loro vita e quella di coloro che sono loro accanto. Un’assurda ed esilarante concatenazione di eventi e diverbi mette bruscamente i tre di fronte a se stessi e li costringe a fare i conti con la propria vita e convinzioni.

In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Comunale di Pergine.
Info e prenotazioni: biglietteria@teatrodipergine.it, tel. 0461511332; per vendite online: www.teatrodipergine.it
La biglietteria è aperta per prenotazioni e prevendite nei seguenti giorni: dal martedì al venerdì dalle 17 alle 20 e il sabato dalle 10 alle 12 e a partire da un’ora prima l’inizio degli spettacoli. 

Vi preghiamo di accedere agli spettacoli con mascherina chirurgica.

Informazioni:
http://www.teatrodipergine.it



Pubblicato il 27 maggio 2021
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti