La guerra di Giovanni Marangoni

Evento segnalato da Mart
- (Foto dal sito ufficiale/di Jacopo Salvi)
- (Foto dal sito ufficiale/di Jacopo Salvi)
Data: Ven. 24 aprile 2015
Dove: Mart, Corso Bettini, Rovereto (Tn)
Orario: ore 19.00
Note: Partecipazione gratuita con biglietto di ingresso al Museo / Informazioni eventi@mart.tn.it o 0464 454105
Sito web: www.mart.trento.it

Musica e teatro, due appuntamenti al Mart per approfondire i temi della Grande Guerra.

Il 18 e il 24 aprile, all’interno del fitto calendario di proposte ed eventi del Mart, due momenti indagheranno in maniera complementare il tema della Guerra, colonna portante del programma 2015, dedicato alle celebrazioni del Centenario della prima guerra mondiale.
Il concerto di sabato 18 aprile e il recital di venerdì 24 permetteranno al pubblico di approfondire ancora una volta la grande mostra annuale che si snoda lungo il secondo piano del Museo “La guerra che verrà non è la prima. Grande guerra 1914-2014” (fino al 20 settembre).

LA MUSICA CLASSICA DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE
Sabato 18 aprile ore 16.00

Allo scoppio della prima guerra mondiale, nascono nuove tendenze compositive, sperimentazioni musicali che privilegiano l’uso dei soli strumenti, in opposizione al genere del melodramma dell’Ottocento.
Sabato 18 aprile, a partire dalle 16.00, il Quintetto Anemos interpreterà musiche di Ottorino Respighi, Giorgio Federico Ghedini, Maurice Ravel, Marco Enrico Bossi e Alfredo Casella.
I brani saranno eseguiti da Filippo Mazzoli (flauto), Marika Lombardi (oboe), Nicola Zuccalà (clarinetto), Ivan Calestani (fagotto), Albin Lebossé (corno).

LA GUERRA DI GIOVANNI MARANGONI
Venerdì 24 aprile ore 19.00

Tratto dal testo di Piero Pieri, un recital concerto a due voci in cui i suoni, i rumori, le musiche di Mario Incudine (Giovanni Marangoni) si intrecciano con la voce recitante di Mirella Mastronardi (Cesira), moglie del contadino diventato fante.
Il filo del ricordo si dipana tra sequenze vivide, riflessioni ironiche, amicizie e dolori nati in battaglia, rendendo attuali le persone comuni che restarono intrappolate in una delle vicende più sanguinose del Novecento: quella di una guerra che cambiò non soltanto la storia, ma l’anima della gente. Un affresco in musica nel quale echi di canti, suoni, rumori e storie giungono dalle trincee fino a noi.
Con la partecipazione del coro Bianche Zime, a cura dell’associazione La Grottesca.


Evento segnalato da Mart

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti