Filtro agenda / Soggetti e luoghi / Musica

Festival di Musica Sacra

48esima edizione
- (Foto dal sito ufficiale)
- (Foto dal sito ufficiale)
Dove: Vari luoghi, Trentino/Alto Adige
Contatti: Tel. 0471.329121 / info@festivalmusicasacra.eu / Facebook
Sito web: www.festivalmusicasacra.eu

Giunto al traguardo della 48ma Edizione, il Festival regionale di Musica Sacra offre un calendario fitto di appuntamenti, interessanti le chiese regionali e finalizzati all’esplorazione del repertorio musicale ispirato dal sentimento del sacro.
Nella coscienza di trattare un fenomeno di straordinaria continuità storica dal Medioevo ai giorni nostri, la programmazione artistica della manifestazione rispetta direttive consolidate, guardando al passato per proporre il riascolto dei capolavori riconosciuti o per riscoprire pagine inedite e volgendosi al presente nel commissionare o accogliere opere di autori contemporanei. 
Altrettanto abituale il comportamento nelle modalità di allestimento, privilegiando progetti coinvolgenti le risorse artistiche locali, corali e strumentali, i giovani musicisti esecutori o creatori, senza rinunciare al prestigio di qualche ensemble di rinomanza internazionale.
Dopo l’esordio atesino all’insegna del Settecento, la produzione d’apertura del Festival, quasi a specchio nelle due Province (29 aprile e 3 maggio), ricalca gli estremi della direttrice antico-moderno, disponendo musiche di autori contemporanei d’area sudtirolese („Licht und Schatten“ / “Luce e ombra” a Novacella), a fianco della Venezia ai tempi del Canaletto con il Requiem in fa magg di Antonio Lotti (a Borgo Valsugana). Il testo della liturgia per i defunti ritesse il filo con le scorse edizioni della manifestazione, mettendo a confronto mondo cattolico e protestante, tra la rara partitura, con orchestra di fiati del bergamasco (ma d’origini austriache), Johann Simon Mayr (a Trento e ad Ala) e la versione per soli coro e pianoforte del celeberrimo “Requiem tedesco” di Johannes Brahms (a San Michele all’Adige e ancora a Trento). Le sinergie tra nord e sud si moltiplicano nella prima esecuzione moderna di un oratorio del secentesco Antonio Cesti, a fianco di pagine appena riscoperte negli archivi sudtirolesi, il cui allestimento è destinato alla Chiesa di Millan, ma anche alla HofKirche di Innsbruck.
Di opere nuove all’ascolto odierno si fregia anche la proposta dell’Ensemble Arco Antiqua, alternando alla firma del badiota (ma poi operativo a Rovereto) Giovanni Battista Runcher, il napoletano, illustre operista ma assai meno noto nella sua produzione sacra, Pasquale Cafaro. Ad ideali tragitti est-ovest si può ascrivere la coproduzione con il Festival di Musica Sacra Pordenone, che porta a Bolzano (7 giugno) il Coro da camera New Liszt Ferenc diretto da Nemes Laszlo Norbert: in programma, tra l’altro, due nuove musiche su testo in friulano e in dialetto altoatesino: “Un tei al cjante” di Alessio Venier (Friuli) e “Muatter Maria” di Christian Gamper (Alto Adige). Di intrecci e relazioni virtuose si intesse per altro tutto il calendario: oltre il legame consolidato con Musik und Kirche, con il neonato Festival Effetti Corali si sperimentano le strade del cross-over, dove il colto incrocia il popular, ai confini tra sacro e profano: tale l’operazione che rilegge la “Buona Novella” di Fabrizio De Andrè (a Trento), omaggiando il ventennale dalla scomparsa del cantautore genovese, come pure la prima assoluta (29 maggio) di “Visioni” per coro misto e ottoni del bolzanino Arnaldo de Felice, su testi di Aldo Moro (Lettera a Papa Giovanni XXIII del 3.2.1962) e di Silvius Magnago (discorso in memoria di Franz Innerhofer morto a Bolzano il 25.4.1973).
Nel solco della tradizione si riconoscono molteplici collaborazioni: con il Festival Trento-Musicantica e l’Associazione organistica Trentina “R. Lunelli” per la presentazione-concerto del volume “L’opera per tastiera di Laurence Feininger”, abbinato all’arte figurativa, grazie alla contemporanea mostra (in P.zza Duomo a Trento), concertata con l’associazione Hortus Artieri.
Con l’Orchestra Haydn, stavolta produttiva di un programma interamente strumentale imperniato sulle mozartiane “sonate da chiesa”, secondo un costume che ammetteva compagini orchestrali ad ornare comunque la liturgia non solo in accompagnamento al canto: ne sono testimonianza altri due programmi (a Bressanone, Bolzano, Trento) con le 16 Sonate del Rosario di Heinrich Ignaz Franz Biber  - dove la violinista Annegret Siedel suonerà alternativamente sette diversi violini – o le opere di Biber, Fischer e Schmelzer eseguite dall’ensemble Fidicinium al motto “Laudate Dominum in chordis et organo”. Organo sempre presente nelle sue funzioni di basso continuo (certamente anche per il celeberrimo Magnificat di Bach o la Cantata di Schein previste rispettivamente a Silandro e Bressanone) ma pure singolarmente (ad Avio, a Tubre e Terlano), a Centa e Trento con il coro per la Messa di Dvorak. Da non trascurare infine l’ospitalità offerta dal Festival alle istituzioni didattiche (i Conservatori di Trento e Bolzano e le Scuole Musicali trentine) in un percorso che esprime sempre più mirate energie produttive con tutta la freschezza investita dal target giovanile che ne contraddistingue l’operato.
Un sentito ringraziamento va infine alle istituzioni locali e regionali che hanno sostenuto i concerti dell’attuale edizione: Comuni e Province Autonome di Bolzano e Trento, Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, oltre alle numerose Associazioni e Enti che collaborano sul territorio con grande impegno e sensibilità.

I direttori artistici
Josef Lanz e Annely Zeni

Calendario eventi:
Nessuna segnalazione
News e comunicati:
Nessuna segnalazione
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e articoli in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising