Filtro agenda / Soggetti e luoghi / Musica

MeranoJazz Festival

23° edizione
- (Foto dal sito ufficiale)
Dove: KiMM - Kultur in Meran Mais, Via Parrocchia 2, Merano (Bz) (google maps)
Note: Abbonamenti (Intero € 30 / Under 26 € 20, online qui) e biglietti (Intero € 15 / Under 26 € 10) in vendita presso la sede della Cassa di Risparmio di Merano e la Cassa del Teatro Comunale di Bolzano. Nei giorni di concerto a partire dalle 19.00 presso il KiMM e on line sul sito www.meranojazz.it e www.tickets.fondazioneteatro.bolzano.it
Contatti: info@meranojazz.it
Sito web: www.meranojazz.it

MeranoJazz: gli orizzonti sonori dei migliori jazzisti in tre concerti sorprendenti, dal 10 al 12 luglio al KiMM di Merano.

Giunta quest'anno alla 23° edizione, MeranoJazz è una rassegna che rappresenta uno degli appuntamenti più prestigiosi della programmazione musicale promossa dal Comune di Merano in collaborazione con l’associazione Muspilli.
Tre sorprendenti serate, dal 10 al 12 luglio 2019, MeranoJazz darà suono e voce a una delle caratteristiche principali del jazz, quello che rende questo genere unico e straordinario: l’imprevedibilità che caratterizza le sue composizioni ed esecuzioni, l’istantaneità della creazione musicale che rende lo stesso brano diverso ogni volta che viene eseguito.
La 23° edizione di MeranoJazz porta nella città del Passirio musicisti e stili tra i più significativi e attuali della musica nero- americana e rinnova il consolidato binomio con la “Mitteleuropean Jazz Academy” diretta dal maestro Franco D’Andrea e da Ewald Kontschieder, votata alla ricerca e alla formazione dei futuri talenti del jazz. I workshop e gli eventi della “Mitteleuropean Jazz Academy” scorreranno parallelamente al festival dal 10 al 14 luglio.
Dopo il successo della passata edizione MeranoJazz ha scelto nuovamente di ambientare i suoi concerti presso il piccolo gioiello della sala KiMM e di avvalersi della collaborazione organizzativa del Teatro Stabile di Bolzano.
Gli orizzonti di questa nuova edizione curata artisticamente da Vincenzo Costa, spaziano dalla sorgente melodica e ritmica brasiliana da cui derivano le composizione del pianista Ivan Lins, al temperamento forte e sofisticato della contrabbassista Linda May Han Oh, al carisma del batterista Bobby Previte.

Mercoledì 10 luglio alle 21.00 Ivan Lins, cantante e compositore vincitore di un Grammy Awards per l’interpretazione di “She Walks this Earth” da parte di Sting e più volte dei Latin Grammy Awards per la sua musica, salirà sul palco del KiMM attorniato dai principali jazzisti della scena italiana come il pianista Antonio Faraò, il batterista Alfredo Golino e il contrabbassista Aldo Mella. Nella sua lunga carriera, le canzoni di Lins sono state interpretate da Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan e Barbra Streisand. Lins può vantare collaborazioni con grandi artisti del jazz e della musica nera, da George Benson a Quincy Jones.
Giovedì 11 luglio sempre alle 21.00 al KiMM, la contrabbassista Linda May Han Oh si esibirà con il suo quartetto composto dal batterista Allan Mednard, dal chitarrista Matthew Stevens e dal sassofonista Greg Ward legato artisticamente al gruppo di culto del Tortoise. Nata in Malesia e cresciuta in Australia, Linda Oh è una musicista duttile e sensibile, capace di aderire alle esigenze di un leader esigente come Pat Metheny con cui collabora di frequente e di ritagliarsi momenti in cui il suo temperamento solistico può emergere. Il suo è un jazz rigoroso, che ammicca all’avanguardia e screziato da sonorità etniche. Al contrabbasso Linda Oh ha uno stile molto cantabile che non trascura mai l’aspetto lirico dei pezzi.
Un’altra stella concluderà venerdì 12 luglio la rassegna Merano Jazz. Stiamo parlando del batterista e compositore americano Bobby Previte che ha percorso la musica con sguardo attento a un ampio spettro di orientamenti e stimoli, mettendo in evidenza un approccio in cui la batteria amplia e arricchisce la propria funzione. A Merano Previte si esibirà con uno dei suoi gruppi più significativi, la Bump Band, composta Ray Anderson al trombone, Marty Ehrlich al sassofono, Wayne Horvitz al pianoforte e Steve Swallow al basso elettrico.
La ripresa di quell’esperienza, dopo vent’anni, promette di dare frutti nuovi e inattesi su una traccia che già in origine era ricca di stimoli.

Consulta il libretto (issuu.com).

Calendario eventi:
Nessuna segnalazione
News e comunicati:
Nessuna segnalazione
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e articoli in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising