Filtro agenda / Notizie

Lirica e danza in Trentino-Alto Adige: il Teatro di tradizione si fa rete regionale

- (-)
- (-)
Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento e Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano danno vita a un vero e proprio “sistema regionale"

L’opera e la danza nella regione Trentino-Alto Adige diventano da oggi, nel loro insieme, una realtà ancora più importante a livello nazionale, nel quadro di un progetto culturale di ampio respiro: Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento e Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano sono partecipi di un vero e proprio “sistema regionale”, interpretando così, in maniera costruttiva e innovativa, le disposizioni del nuovo Decreto Ministeriale per lo Spettacolo dal vivo, che prevede e incentiva forme di flessibilità e di sinergia tra più enti.

Grazie a questa nuova configurazione territoriale, frutto della volontà politica degli Assessori alla Cultura competenti e del progetto condiviso costruito dai soggetti culturali coinvolti su entrambe le provincie, la Fondazione Haydn assume, accanto alla sua consueta attività in campo sinfonico, anche la responsabilità dell’attività lirica del Teatro Comunale di Bolzano, riconosciuto Teatro di tradizione nel 2007, e del Teatro Sociale di Trento. Sul fronte trentino il Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento assume la responsabilità della programmazione di danza, sempre a livello regionale. La Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano svilupperà un’offerta integrata di servizi nella gestione del Teatro Comunale dell’Auditorium di Bolzano. Il festival estivo “Bolzano Danza” sarà in capo alla Fondazione Haydn, per la sezione performance e, come di consueto, al Südtiroler Kulturinstitut per la sezione workshop.

Nella sua nuova veste, la Fondazione Haydn ottiene, primo caso in Italia, una doppia qualificazione da parte del Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo come Istituzione concertistico-orchestrale e gestore del Teatro di tradizione insieme. Veste che la Fondazione Haydn intende interpretare come grande opportunità per creare in regione un nuovo modello di ideazione e realizzazione dell’attività lirica, valorizzando accanto alla propria orchestra, anche le competenze multidisciplinari, sia di tipo artistico-culturale sia di tipo manifatturiero-tecnico presenti nei due territori. L’obiettivo primario è qualificare l’offerta, ottimizzare le risorse e rendere il sistema sostenibile nel tempo, anche sotto il profilo economico.

Da oltre vent'anni responsabile della Stagione di Danza a Trento, nonché titolare della circuitazione della danza nell'intera provincia di Trento, il Centro Servizi Culturali S. Chiara vede ora aprirsi la possibilità di assumere un ruolo significativo nella programmazione artistica di danza anche nella città di Bolzano, nel periodo invernale e primaverile. All’orizzonte c’è quindi anche per la danza un circuito a carattere regionale che punta a una prospettiva di rete, all’interno della quale il Centro S. Chiara sarà soggetto cerniera per intrecciare nuovi rapporti, anche con i territori al di fuori dei confini del Trentino-Alto Adige, puntando ad un incremento del numero di spettacoli e favorendo ulteriormente la mobilità dei pubblici delle due provincie.

La Fondazione Teatro Comunale e Auditorium di Bolzano mantiene con rinnovato impegno la gestione delle due strutture pubbliche, attraverso la presenza stabile di qualificato personale amministrativo e di uno staff tecnico di macchinisti ed elettricisti altamente specializzati, vera garanzia per la perfetta riuscita di ogni spettacolo. Strutture complesse - come complessa è la macchina teatrale - che richiedono una costante attenzione al fine di garantire una serie di servizi che vanno dalla concessione delle sale a enti organizzatori di spettacolo, secondo una pianificazione pluriennale, all’erogazione dei servizi di biglietteria, dall’organizzazione dei servizi ticketing e vendita on line (che nel 2015 verranno perfezionati e potenziati) alla manutenzione delle strutture e della dotazione strumentale, all’assistenza delle compagnie.

Si inaugura dunque oggi il sistema trentino-altoatesino dello spettacolo dal vivo, nel segno di quel leitmotiv “ragionare, lavorare, promuovere insieme” che è stato ideato dai cinque Assessori alla cultura dell’Euregio l’estate scorsa. Una concezione del fare cultura che potrebbe raccogliere consensi anche oltre i confini locali. 



Pubblicato il 22 gennaio 2015
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising