Filtro agenda / Notizie

Progetto Vitamina C: cittadinanza in pillole

- (Foto dal sito ufficiale)
Tutti a scuola di Costituzione

Inaugurata oggi la prima edizione di Vitamina C: cittadinanza in pillole. 180 alunni delle scuole primarie dei quattro istituti comprensivi della Val di Non a scuola di Costituzione per approfondire i diritti e i doveri alla base di una comunità.
Il progetto è partito oggi al teatro comunale di Taio in un clima di festa.


Avvicinare i più piccoli alla scoperta della Costituzione in modo ludico e divertente per portarli a conoscenza delle principali regole della convivenza. Questo l’obiettivo di Vitamina C, cittadinanza in pillole, progetto promosso dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi in collaborazione con Piattaforma delle Resistenze Contemporanee su richiesta della Commissione Cultura della Comunità della Val di Non.
“Vitamina C” è un percorso di educazione alla cittadinanza innovativo che, attraverso un approccio graduale e attività ludiche e laboratoriali, vuole avvicinare i piccoli partecipanti alla scoperta della Costituzione e di tutta quella costellazione di valori imprescindibili per il vivere comune e per crescere cittadini consapevoli delle proprie azioni. Il progetto, che coinvolge 180 alunni della scuola primaria dei quattro istituti comprensivi della Val di Non, si svilupperà nel corso dei prossimi mesi ed è stato inaugurato oggi con una giornata di festa al teatro comunale di Taio.
All’evento erano presenti, oltre all’Assessore del Comune di Predaia, Ilaria Magnani, chiamata a fare gli onori di casa, i Consiglieri provinciali Paola Demagri, Lorenzo Ossanna e Denis Paoli, che ha portato il saluto dell’Assessore Mirko Bisesti, augurando ai bambini che quello che oggi hanno iniziato sia un buon viaggio alla scoperta dei valori, delle tradizioni e dei principi universali che rappresentano strumenti essenziali per essere protagonisti positivi del futuro. Ha infine ricordato che quello intrapreso con l’evento di oggi è solo il primo passo di un “percorso ad ostacoli” tra diritti e doveri, un cammino importante che li accompagnerà tutta la vita e dal quale nessuno di loro finirà mai di imparare.
Sul palco, a dare via al progetto, anche Fabrizio Borzaga, Assessore alla Cultura della Comunità della Val di Non: «un progetto come questo», ha osservato l’Assessore, «è prezioso perché punta l’accento su alcune parole chiave: responsabilità, autonomia, diritti e doveri, termini senza i quali nessuna comunità riesce a crescere, ad evolversi e a migliorare». Marco Odorizzi, direttore della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, ha ringraziato con un applauso gli insegnanti e i dirigenti che hanno creduto nella validità della proposta e ha raccontato ai bambini che essere buoni cittadini può essere un grande obiettivo, quasi un sogno su cui costruire azioni concrete e scelte, come fece, fin da bambino, un grande uomo come Alcide De Gasperi. Francesca Viola, referente del progetto per la Piattaforma delle Resistenze Contemporanee, ha sottolineato come sia un particolare motivo di orgoglio che un progetto come questo abbia visto protagonista e capofila un territorio lontano dal capoluogo, perché le risorse umane presenti in valle rappresentano un capitale sociale da sostenere e incoraggiare.
L’evento è quindi entrato nel vivo con l’ingresso in scena della scrittrice Anna Sarfatti, autrice di libri per l’infanzia che ha dedicato molti anni della sua lunga carriera a veicolare ai bambini i temi della Costituzione e della cittadinanza attiva. «Si nasce cittadini», ha ricordato la scrittrice, «ma la strada per essere bravi cittadini è tutt’altro che in discesa. È lunga e tortuosa perché porta ognuno di noi a farsi carico di piccole responsabilità fin dalla più tenera età.»
Sul palco, insieme alla scrittrice, che per l’occasione si è cimentata nella lettura de L’Isola delle Regole, una delle sue più celebri novelle, anche Simone Frasca, illustratore. Munito di carta, penna e proiettore, Frasca, in tempo reale, ha dato volto e immagine ai personaggi del racconto, conquistando l’attenzione dei piccoli spettatori. Ulteriori momenti di svago e leggerezza sono stati regalati da Magico Camillo, uno sbadato mago giocoliere, che ha regalato ben più di qualche sorriso in platea. Tra giochi di prestigio, bolle giganti e dimostrazioni di abilità, anche l’artista ha voluto lanciare il suo messaggio, valorizzando in maniera creativa alcuni dei principi fondamentali riconosciuti dalla Carta costituzionale.
Dopo la giornata inaugurale, che era stata preceduta da una serie di incontri di formazione rivolti ai docenti, è ora il tempo per ogni classe di mettersi al lavoro. Nei prossimi mesi, infatti, gli alunni e le alunne che aderiscono al progetto approfondiranno tra i banchi di scuola i temi che rappresentano i fondamenti della Carta costituzionale. Lo faranno in modo innovativo e ludico utilizzando, tra gli altri strumenti, anche i celebri mattoncini di Lego (metodo Lego Serious Play), perché il filo conduttore del percorso rimane quello di imparare sì, ma divertendosi. La conclusione di Vitamina C: cittadinanza in pillole è prevista per maggio, quando tutte le scuole coinvolte condivideranno, in un incontro pubblico, quanto appreso dal progetto.



Pubblicato il 05 febbraio 2019
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
Se sei in cerca di suggerimenti o ispirazioni puoi consultare la pagina Eventi suggeriti con i consigli della nostra redazione, oppure la sezione Notizie e comunicati.
Vuoi sapere chi siamo o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising