Filtro agenda / Notizie

Il saluto della Città di Bolzano ad Ottavia Piccolo protagonista della nuova produzione TSB

Notizia segnalata da Comune di Bolzano
- (Foto dal sito ufficiale)
Il Sindaco Caramaschi e l'Assessora alla Cultura Rabini hanno incontrato l'attrice e gli artisti dello spettacolo: "Eichman.Dove inizia la notte" (Comunicato stampa)

Nel corso di un incontro nella sala grande del Teatro Comunale di piazza Verdi il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi e l'Assessora comunale alla Cultura Chiara Rabini, hanno portato il saluto il benvenuto all'attrice Ottavia Piccolo e a  Paolo Pierobon e Mauro Avogadro, artisti impegnati nelle prove del nuovo spettacolo "Eichmann. Dove inizia la notte" di Stefano Massini e prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano. Presenti all'incontro anche il presidente dello Stabile Giovanni Salghetti Drioli ed il direttore TSB Walter Zambaldi.

Il TSB ha iniziato quest' oggi, lunedì 14 dicembre, le prove della nuova produzione "Eichmann. Dove inizia la notte" scritta da Stefano Massini, spettacolo destinato a debuttare nel capoluogo altoatesino e ad essere protagonista di un lungo tour nazionale. Già richiesto dai teatri di tutto il mondo, "Eichmann. Dove inizia la notte" è un atto unico di squassante semplicità che porta in scena un'intervista della filosofa, scrittrice e politologa Hannah Arendt ad Adolf Eichmann, il gerarca nazista responsabile di aver pianificato, strutturato e dunque reso possibile lo sterminio di milioni di ebrei.

Con l'allestimento di questo nuovo spettacolo, l'ente bolzanino che da poco ha compiuto 70 anni, si conferma una fabbrica del teatro, capace di investire nel futuro, assolvendo alla funzione per cui è stato fondato: quella di sostenere e diffondere il teatro a livello nazionale. Una finalità che risulta ancora più urgente in questi momenti di sospensione delle attività dal vivo durante i quali ideare e pianificare spettacoli e iniziative teatrali significa credere fortemente nel valore della cultura come strumento di rinascita sociale e - non da ultimo - iniettare nuova linfa ed energia a favore dei professionisti dello spettacolo a livello locale e nazionale.

A interpretare questo spettacolo nato dallo slancio produttivo dello Stabile di Bolzano e dello Stabile del Veneto,  due protagonisti indiscussi della scena come Ottavia Piccolo e Paolo Pierobon, diretti con grande sensibilità da Mauro Avogadro.

A poche ore dall'inizio delle prove, il Sindaco Renzo Caramaschi e l'Assessora alla Cultura Chiara Rabini hanno dato il benvenuto alla compagnia sul palcoscenico della Sala Grande del Comunale dove sono in corso i lavori di allestimento della scenografia. Il primo cittadino in particolare conversando con gli attori e il regista, ha espresso e soddisfazione nel poter ospitare a Bolzano in occasione della preparazione uno spettacolo di tale caratura, non solo nazionale. Caramaschi e Rabini hanno inoltre manifestato l'augurio di poter tornare al più presto a teatro per assistere - assieme ai bolzanini - all'anteprima nazionale "Eichmann. Dove inizia la notte" prevista a metà gennaio.

"Nata a Bolzano, Ottavia Piccolo ha festeggiato recentemente 60 anni di carriera, costellata di incontri artistici significativi come quelli con Visconti, Strehler e Ronconi in ambito teatrale e con Bolognini (con cui vince il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes per Metello), Germi e Scola per il grande schermo. Il sodalizio artistico con Stefano Massini nato 15 anni fa ha ulteriormente rafforzato il suo impegno civile: recentemente è tornata in tour nel ruolo della giornalista russa assassinata Anna Politkovskaja in "Donna non rieducabile", si è calata nei panni di una rappresentante operaia nello spettacolo "7 minuti" diretto da Alessandro Gassmann e nell'omonimo film di Michele Placido. All'ultima Mostra del Cinema di Venezia ha presentato "Occident Express" per la regia di Simone Marcelli, pellicola tratta dallo spettacolo teatrale sempre scritto da Massini sulla storia vera di una anziana donna irachena in fuga con la nipotina. Con "Eichmann. Dove inizia la notte" Ottavia Piccolo prosegue l'indagine sulla condizione umana, portando alla luce le aberrazioni del nostro recente passato e del nostro presente.

Attore, regista e pedagogo seguitissimo, Mauro Avogadro ha lavorato per anni accanto a Luca Ronconi, un sodalizio artistico durato quarant'anni nelle vesti di attore e di regista collaboratore. Artista versatile, ha curato la regia di produzioni liriche per l'Opèra Bastille di Parigi, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Torino, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Real di Madrid e il Sao Carlos di Lisbona. E' stato vice direttore artistico del Teatro Stabile di Torino e per anni direttore e insegnante di recitazione della Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino. Attualmente è docente di interpretazione scenica alla Scuola per attori del Piccolo Teatro di Milano. Negli ultimi dieci anni ha curato la regia di numerosi spettacoli, dirigendo, tra gli altri Marisa Fabbri, Antonello Fassari, Rossella Falk, Annamaria Guarnieri e Giuliana Lojodice, Umberto Orsini e Massimo Popolizio.

Paolo Pierobon è uno degli attori più significativi della sua generazione, capace di alternare sapientemente interpretazioni teatrali e cinematografiche di grande spessore. In palcoscenico ha lavorato con Luca Ronconi, interpretando tra gli altri anche "Lehman Trilogy" l'ultimo spettacolo del grande regista e con Elio De Capitani in "Blasted, "Morte accidentale di un anarchico" e in "Il mercante di Venezia"; si è confrontato artisticamente con Eimuntas Nekrošius, mostro sacro del teatro internazionale, interpretando "Anna Karenina", ruolo che gli è valso il primo dei Premi Ubu come migliore interpretazione. Il secondo gli è stato tributato per l'interpretazione di "La Morte di Danton" di Mario Martone.

Per il grande schermo è stato di recente protagonista di "L'ordine delle cose" di Andrea Segre ed è stato diretto - tra gli altri - da Paolo Virzì in "Il capitale umano", da Marco Bellocchio in "Vincere", da Gabriele Salvatores in "Happy Family" e da Martone in "Noi credevamo".

Scrittore poliedrico, saggista e romanziere oltre che drammaturgo, con i suoi testi Stefano Massini  è rappresentato nei teatri di tutto il mondo. Finalista in Inghilterra ai premi Laurence Olivier per la drammaturgia, ha vinto premi della critica in Francia, in Spagna, in Germania. In Italia si è aggiudicato, fra i numerosi riconoscimenti, due premi Ubu (2013, 2015) e il premio Tondelli (2005). La sua "Lehman Trilogy"  è uno dei più importanti successi internazionali, ed è stata messa in scena da Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano, e poi dal premio Oscar Sam Mendes per il National di Londra. Già rappresentato più volte a Broadway e nel West End, Massini è stato definito dal New York Times come una delle voci più alte della drammaturgia contemporanea".

Leggi tuttto in:
http://www.comune.bolzano.it



Pubblicato il 15 dicembre 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti