Notizia segnalata da MUSE - Museo delle Scienze
- (Foto dal sito ufficiale)
7 Regioni per un mare da salvare

Gli oceani e i mari ricoprono oltre i tre quarti del nostro pianeta e sono un patrimonio essenziale per la vita dell’uomo: ospitano numerose forme di vita, influiscono in maniera determinante sul clima, sono un’importante fonte di cibo, prosperità economica, benessere sociale e culturale. Ma tutto questo è in pericolo: ogni anno tra i 5 e i 13 milioni di tonnellate di plastica finiscono nei mari di tutto il mondo, provocando danni inestimabili agli animali e agli ecosistemi. Continuando così, entro il 2050 ci sarà, in peso, più plastica che pesce negli oceani. L’inquinamento marino sta assumendo sempre più il volto di vera e propria emergenza globale.

Grazie al sostegno dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, “Life Beyond Plastic” coinvolge i giovani italiani in un processo di sensibilizzazione e azione per ridurre, riciclare e riutilizzare i rifiuti di plastica.
Un’ iniziativa diffusa in diverse parti d’Italia grazie a una rete di 10 partner  - dal Trentino alla Sicilia – coordinati da Istituto Oykos.

Non importa se si vive in città o in montagna: la plastica, in ogni caso, raggiunge le coste. L’Italia è prima in Europa e tra le prime al mondo per consumo di bottiglie di plastica: ogni giorno gli italiani usano 32 milioni di bottiglie di acqua minerale. È fondamentale passare subito all’azione: perché non è ancora troppo tardi.

Per questo “Life Beyond Plastic” mette in rete associazioni, aziende, enti pubblici e privati di 7 regioni italiane con lo scopo di fronteggiare insieme questa emergenza globale.

Ridurre il consumo di plastica mono-uso, aumentare la quota di riciclaggio dei rifiuti e promuovere una rapida transizione verso sistemi di economia circolare sono questioni più che mai urgenti.

Il progetto punta sui giovani, protagonisti di un crescente movimento globale, come attori chiave per sollecitare governi e imprese nell’adozione di modelli di produzione e consumo sostenibile.

L’iniziativa, che coinvolge Trentino, Lombardia, Liguria, Marche, Campania, Calabria e Sicilia in attività in linea con l’Obiettivo 14 dell’Agenda 2030, offre laboratori a 2.000 ragazzi e percorsi formativi a 120 insegnanti sul tema del marine litter, allo scopo di fornire gli strumenti didattici necessari per affrontare l’argomento in classe. Il nostro obiettivo è creare una rete di scuole “plastic free” e un network di 180 giovani attivisti impegnati per la sostenibilità del proprio territorio. Vogliamo raggiungere anche giovani, famiglie e cittadini fuori dal contesto scolastico: una campagna di sensibilizzazione sul web, 12 eventi pubblici e 3 grandi installazioni artistiche interattive sfideranno il pubblico a mettersi in gioco e a cambiare le proprie scelte di acquisto e consumo.

Non solo: il progetto chiama anche gli enti pubblici e le imprese private a rispondere al problema e ad avviare percorsi di riduzione della plastica all’interno delle proprie strutture e attività. I risultati relativi ai vantaggi economici e ambientali derivanti da queste esperienze verranno diffusi attraverso momenti di scambio e confronto per invitare altri stakeholders a replicare l’esperienza.

Informazioni:
https://www.muse.it



Pubblicato il 16 gennaio 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising