Filtro agenda / Notizie

Bolzano Danza 2020: 450 performance sold out

Eden Ouramdane (ph. Andrea Macchia)
Eden Ouramdane (ph. Andrea Macchia)
In sicurezza uno spettatore alla volta nell’EDEN di Carolyn Carlson, Rachid Ouramdane e Michele Di Stefano / Comunicato stampa

È con grande soddisfazione che il direttore artistico Emanuele Masi chiude la 36esima edizione del Festival Bolzano Danza/Tanz Bozen. Un’edizione unica e simbolica pensata in piena pandemia da Coronovirus come risposta creativa, originale e sicura per le maestranze, gli artisti e il pubblico del Festival. Mantenendo il tradizionale periodo di programmazione a luglio, Bolzano Danza 2020 - primo tra i festival di danza europei ad alzare nuovamente il sipario - ha rappresentato una reazione non solo estetica alla pandemia: un segnale convinto della necessità di ‚fare cultura’ in un momento storico di grande incertezza in cui la comunità si ritrova dispersa e lacerata.

Come sottolinea Paul Gasser, Presidente del Fondazione Haydn: “Siamo molto soddisfatti del progetto pensato da Emanuele Masi. Ci sono stati momenti, tra marzo e aprile di quest’anno, in cui non credevamo di poter realizzare l’edizione 2020. Poi la decisione di ‘cambiare rotta’, di pensare qualcosa di completamente nuovo con artisti straordinari ‘amici’ del nostro festival. Sono molto contento che l’idea sia piaciuta al pubblico e sia stata apprezzata dalla critica. Mi piace riportare le parole di Silvia Poletti nel suo articolo sul Sole24ore: Bolzano Danza ha avuto la sua ragione d'essere ben oltre l'ovvia necessità di rimediare alle coercizioni ministeriali con una programmazione open air. Qui è prevalsa la volontà di ribadire, facendola riassaporare nei suoi valori primari, la filosofia del teatro sia come spazio (con le sue leggi architettoniche, dalla prospettiva al punto di vista che unisce spettatore ad artista) sia come azione di condivisione. Uno spazio che riappare vergine e ricco di promesse pronte a svelarsi a chi vi penetra con occhi tornati innocenti”.

Andato in scena dal 15 al 31 luglio con il titolo EDEN – Danza per uno spettatore, Bolzano Danza 2020 si è configurato come progetto intorno al concetto del ‘fare e del vivere il teatro’ non solo in tempi di distanziamento interpersonale: tolta la partecipazione collettiva resta l’essenza stessa del teatro. Da questa riflessione nascono i tre EDEN solistici commissionati dal Festival a Michele Di Stefano (Leone d’Argento alla Biennale di Venezia), Rachid Ouramdane (codirettore del CCN2-Grenoble) e Carolyn Carlson, regina e poetessa della danza mondiale.

L’EDEN allestito nella Sala grande da 800 posti del Teatro Comunale e nel foyer principale sotto forma di giardino - curato dal green designer Christian Altendorfer - ha accolto in quindici giorni di programmazione 450 spettatori pronti ad incontrare uno dei dieci singoli interpreti scelti rispettivamente da Carlson,  Ouramdane e Di Stefano per celebrare la riapertura del sipario e il tema dell’incontro one to one, tra cattività e condivisione. I lavori hanno mostrato tre differenti poetiche e interpretazioni coreografiche dell’attualità sospesi tra esperienza, relazione, giochi di sguardi, fragilità e forza, poesia visiva e desiderio di superamento del vuoto.

EDEN of Carolyn, EDEN selon Rachid e EDEN secondo Michele sono andati in scena 30 volte al giorno per 15 giorni. Le performance, tutte esaurite già prima dell’avvio del Festival hanno spinto gli organizzatori a stilare una lista d’attesa di oltre 100 persone. Oltre al pubblico cittadino, giornalisti e critici di danza nazionali, programmatori teatrali italiani ed esteri hanno assistito a EDEN - danza per uno spettatore, incuriositi dal progetto e dal potenziale creativo messo in campo in pochi mesi, nell’incertezza totale dovuta al COVID-19.

Dimostratosi ancora una volta Festival pioniere nelle scelte, Bolzano Danza 2020 avrà vita nei prossimi mesi da coproduttore. Il progetto EDEN - danza per uno spettatore continua la sua avventura ospite del Festival Aperto di Reggio Emilia in autunno (EDEN secondo Michele) e già nel mese di agosto a Civitanova Danza con EDEN of Carolyn.

Grazie al sostegno delle istituzioni - Comune di Bolzano, Provincia Autonoma di Bolzano, Regione Trentino/Alto Adige, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - agli sponsor Alperia e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, al supporto di Institut Français, Fondazione Nuovi Mecenati e Ambasciata di Francia, il Festival ha realizzato la sua 36esima edizione rendendola un’esperienza unica, “un sogno“, come sottolineato „a caldo“ da uno spettatore all’uscita dalla performance: “ho sempre sognato che qualcuno danzasse per me, e solo per me“.

Informazioni complete:
www.bolzanodanza.it

 



Pubblicato il 07 agosto 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti