Filtro agenda / Notizie

"Shepherds Who Write": un nuovo libro sulle scritte dei pastori

Il volume è edito da BAR Publishing Oxford e curato da Marta Bazzanella e Giovanni Keizch

È uscito sia in formato digitale che cartaceo, il volume “Shepherds Who Write. Pastoral graffiti in the uplands of Europe from prehistory to the modern age”, a cura di Marta Bazzanella e Giovanni Kezich, con prefazione di Michael J. Rowlands, edizioni BAR Publishing Oxford (ISBN 9781407357140).
Il libro raccoglie gli atti della sessione organizzata dal Museo nell’ambito del XX convegno internazionale di arte rupestre IFRAO 2018, “Standing on the shoulders of giants”, che si è tenuto in Valcamonica, a Darfo Boario Terme (BS), dal 29 agosto al 2 settembre 2018, promosso da IFRAO (International Federation of Rock Art Organisations) e dal Centro Camuno di Studi Prestorici di Capodiponte (BS). Il titolo della sessione, curata dal Museo in collaborazione con Silvia Sandrone del Museo delle Meraviglie di Tende in Francia, era “Pastoral graffiti. Old World case studies in interpretative ethnoarchaeology”.

Questi gli altri autori dei contributi, oltre a Marta Bazzanella e Giovanni Kezich: Giovanni Barozzi, Gianfranco Bettega, Jessica Bezzi, Nicoletta Bianchi, Francesco Carrer, Fabio Cavulli, Giorgio Chelidonio, Desirée Chini, Fabio Copiatti, Vanya Delladio, Giacomo Fait, Cristina Gastaldi, Franziska Knoll, Nathalie Magnardi, Jules Masson Mourey, Edoardo Micati, Mara Migliavacca, Elena Poletti, Ausilio Priuli, Federico Troletti.

Descrizione del volume: In a number of significant sites of the vast ancient pasturelands of the Old World, generations of wandering shepherds have left their testimony in the form of graffiti drafted on the rocks, sometimes in their tens of thousands, over a period of hundreds of years from ancient to modern times. The phenomenon is a conspicuous one, and has considerable significance for two reasons. On the one hand, the study of such pastoral graffiti may convey fresh ethnoarchaeological information as to the circumstances of the pastoral activities and the pastoral economy of the past. On the other hand, these signs, which can be often fully alphabetic as well as drawing upon ancient symbolic repertoires, can be of some aid in the interpretation of rock art as a whole genre of human expression, and projected back, in their significance and their modes of appearance, the earliest times of prehistory.

A questo link ulteriori dettagli e la possibilità di acquisto online:
https://www.barpublishing.com
Indice del libro
Prefazione di Michael J. Rowlands



Pubblicato il 16 settembre 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti