Filtro agenda / Notizie

Torna il cineforum del San Marco

Notizia segnalata da Cineforum Teatro San Marco
- (Foto dal sito ufficiale)
Nuova sezione “Black Lives Matter”, attenzione ai temi carcerari e un film evento con la band in sala (Comunicato stampa)

Riparte, dopo lo stop anticipato della scorsa primavera, lo storico cineforum del Teatro San Marco di Trento. L’inizio delle proiezioni è fissato per martedì 22 settembre con una selezione di cortometraggi internazionali. Tante le novità di questa edizione: una sezione “Black Lives Matter”, per parlare di razzismo e della questione afroamericana, due film a tematica carceraria in collaborazione con “Liberi da dentro”, un film evento con la band in sala. Confermate le sezioni “Omaggi”, “Sguardi femminili” e le collaborazioni con il Religion Today e con il Trento Film Festival. Gli abbonamenti saranno in vendita l’1, il 2, il 5 e 6 ottobre al Teatro San Marco.

Lo scorso marzo, il Teatro San Marco è stato costretto dalla difficile situazione sanitaria a concludere in anticipo la stagione del cineforum. Per questo, l’avvio dell’edizione 2020-2021, che coincide con la riapertura ufficiale del teatro, rappresenta un segnale importante per il ritorno alla normalità e per l’offerta culturale nel capoluogo.

Con i suoi oltre cinquant’anni di storia, quello del San Marco è infatti il cineforum più longevo della città, punto di riferimento per intere generazioni di cinefili. La formula, immutata da tanti anni, è quella della doppia proiezione il martedì, alle 17.30 e alle 20.45. Le dimensioni e la capienza del Teatro San Marco garantiscono il distanziamento e il rispetto delle normative anti-Covid, a tutela della salute degli spettatori e delle spettatrici.

Dietro la rassegna, c’è l’impegno di un gruppo di appassionati e appassionate che si ritrova periodicamente per organizzare la programmazione. A coordinarli è da ormai tre anni Miro Forti, master in Film and Philosophy al King's College di Londra e insegnante di analisi e linguaggio cinematografico a Estro. Insieme a lui, cinefili e cinefile di grande esperienza come Katia Malatesta, Stefano Cò, Chiara Cont e Simone Semprini. Saranno loro a condurre i momenti di dibattito alla fine delle proiezioni.

Si parte quindi martedì 20 settembre con la proiezione di quattro cortometraggi: “Il legionario” (Hleb Papou; Italia, 2017), “Salam” (Claire Fowler; USA, UK, 2018), “Bonboné” (Rakan Mayasi; Palestina, Libano, 2017) e “Skin” (Guy Nattiv; USA, 2018). I lavori, provenienti da ogni parte del mondo, anticipano alcune delle tematiche che verranno trattate nella nuova stagione del cineforum: razzismo, intolleranza e questioni di genere.
Si prosegue il 29 settembre alle 17.30 con “Oliver Black” (Tawfik Baba; Marocco,2020) e alle 20.45 con “The Unorthodox” (Eliran Malka; Israele, 2018). Entrambe le pellicole sono proiettate al San Marco nell’ambito del Religion Today Film Festival e sono a ingresso libero.
Il 6 ottobre tocca invece al Trento Film Festival, che al San Marco propone “A Tunnel” (Nino Orjonikidze, Vano Arsenishvili; Georgia, Germania, 2019), Gran Premio Genziana d’oro “Città di Trento” all’edizione 2020 della rassegna.
Il 13 ottobre si apre il miniciclo OMAGGI, anche quest’anno dedicato ai grandi del passato. Il primo è Federico Fellini, di cui quest’anno ricorrono i 100 anni dalla nascita. Il cineforum proporrà il suo “Roma” (Italia, Francia, 1972) nella versione in pellicola 35 mm restaurata dalla Cineteca di Bologna. Gli altri omaggi della stagione saranno dedicati a Max Von Sydow (“Passione / En passion”, il 27 ottobre) e Ennio Morricone (“Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, il 10 novembre).
Il 20 ottobre debutta la sezione BLACK LIVES MATTER - LE FORME DELL'ODIO, novità di questa edizione 2020-2021 del cineforum. I film proposti affronteranno tematiche legate al razzismo e in particolare alla questione afroamericana. Si comincia con “I am not your negro” (Raoul Peck; Svizzera, Francia, Belgio, USA, 2016), per proseguire il 3 novembre con “Se la strada potesse parlare / If Beale Street Could Talk” (Berry Jenkins; USA, 2018), il 17 con “Fa la cosa giusta / Do the Right Thing” (Spike Lee; USA, 1989), il 12 gennaio con “Killer of Sheep” (Charles Burnett; USA, 1978)”, il 26 con “L'odio / La haine” (Mathieu Kassovitz; Francia, 1995) e infine il 16 febbraio con “I miserabili / Les misérables” (Ladj Ly; Francia, 2019).
Torna la sezione SGUARDI FEMMINILI. Si parte il 1° dicembre con “The Rider – Il sogno di un cowboy / The Rider” (Chloé Zhao; USA, 2017) e si prosegue la settimana successiva con “Ritratto della giovane in fiamme / Portrait de la jeune fille en feu” (Céline Sciamma; Francia, 2019). Il 19 gennaio tocca invece a “The Euphoria of Being” (Réka Szabó; Ungheria, 2019) e il 2 febbraio a “Dio è donna e si chiama Petrunya” (Teona Strugar Mitevska; Macedonia del Nord, Belgio, Francia, Croazia, Slovenia, 2019).
Per la serie RICORRENZE, il 24 novembre verranno ricordati i 75 anni dai bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki con il film “Hiroshima mon amour” (Alain Resnais; Francia, Giappone, 1959).
Torna anche l’appuntamento con il cinema muto musicato dal vivo in sala. Per la sezione RITORNO ALLE ORIGINI, il cineforum propone il 15 dicembre la pellicola “Ricatto / Blackmail” (Alfred Hitchcock; UK, 1929). L’accompagnamento è a cura dei Radio Days, quintetto trentino specializzato nei cine concerti.
Spazio anche all’ANIMAZIONE con “Le avventure di Zarafa” (Rémi Bezançon, Jean-Christophe Lie; Francia, Belgio, 2012), in programma il 22 dicembre, e “Si alza il vento” (Hayao Miyazaki; Giappone, 2013), a tabellone il 9 febbraio.
Fra fine febbraio e inizio marzo, il cineforum presenta invece due film a tema carcerario, scelti in collaborazione con “Liberi da dentro”, progetto promosso dalla Scuola di Preparazione Sociale per far conoscere la realtà del carcere, delle pene e del loro effetto sulle persone. I titoli sono “La terra dell'abbastanza” (Damiano D’Innocenzo, Fabio D’Innocenzo; Italia, 2018), proiettato il 23 febbraio, e “Il più grande sogno” (Michele Vannucci; Italia, 2016), messo a calendario per il 2 marzo. Il finale di stagione ci riporta al Trento Film Festival, con due proiezioni (il 9 e il 16 marzo) di avvicinamento all’edizione 2021.

L’abbonamento per tutta la stagione (22 settimane) costa 55 euro. L’abbonamento per metà stagione (fino alla proiezione del 15 dicembre) costa invece 35 euro. Può essere acquistato presso il Teatro San Marco giovedì 1, venerdì 2, lunedì 5 e martedì 6 ottobre dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, oppure nei giorni di proiezione da 15 minuti prima dell'inizio. È possibile acquistare il biglietto per la singola proiezione al costo di 5 euro.

Il Teatro San Marco garantisce il rispetto della normativa anti-Covid19. Il posto è assegnato a ogni singolo abbonato e rimarrà lo stesso per tutte le proiezioni.

Il programma della stagione

Informazioni complete:
www.teatrosanmarco.ithttp://www.teatrosanmarco.it



Pubblicato il 16 settembre 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti