La bisbetica domata

Evento segnalato da Teatro Stabile di Bolzano
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: Sab. 05 marzo 2022
Dove: Teatro Puccini, Piazza Teatro 2, Merano (Bz)
Orario: ore 20.30
Note: Informazioni, biglietti: www.teatro-bolzano.it / acquista online

Uno spettacolo di Mario Perrotta / Consulenza alla drammaturgia Massimo Recalcati / Con Mario Perrotta e Paola Roscioli / Teatro Stabile di Bolzano - La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale / Di William Shakespeare / Adattamento Andrea Pennacchi / Con Anna Tringali, Giacomo Rossetto, Massimiliano Mastroeni / Regia Silvia Paoli / Voce fuori campo Andrea Pennacchi / Scene Andrea Belli / Costumi Valeria Donata Bettella / Luci Andrea Patron / Produzione Teatro Bresci e Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni.

Andrea Pennacchi riscrive La bisbetica domata, celebre testo di William Shakespeare con il suo stile graffiante e pungente e trasla la storia dei due giovani amanti Petruccio e Caterina dalla Padova di fine Cinquecento a quella degli anni ’90 del Novecento.
Le vicende dei due innamorati sono ambientate nella provincia italiana, quella della fabbrica, del duro lavoro, del padre fiero della figlia mansueta che vorrebbe liberarsi di quella problematica, del commerciante che tratta i sentimenti come fossero merce da piazzare. In questo contesto, in un decennio di forte cambiamento degli equilibri internazionali, politici, sociali, si delinea la storia d’amore tra due ragazzi che cercano il proprio spazio in una società in cui non si riconoscono, fatta di patriarcato, maschilismo e violenza domestica.
«Nel testo – spiega la regista Silvia Paoli – c’è senz’altro amore, ci sono sincerità e fragilità, ci sono due ragazzi problematici che si incontrano e cominciano una storia a modo loro, cercando uno spazio in una società in cui non si riconoscono. Il problema non sono Petruccio e Caterina, ma il contesto in cui vivono che non è purtroppo lontano da quello di oggi, se dimentichiamo le forme e pensiamo alla sostanza. Il nostro spettacolo è ambientato negli anni ’90, che credo siano stati uno spartiacque fondamentale fra “come eravamo” e come siamo adesso. Io non vedo bisbetiche. Vedo crisi d'identità, vedo famiglie disfunzionali e uomini che devono dimostrare di avere la situazione in pugno. Vedo tutto quello che ancora, faticosamente, cerchiamo di cambiare».

Informazioni:
www.teatro-bolzano.it


Evento segnalato da Teatro Stabile di Bolzano

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei singoli inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti