Filtro agenda / Didattica

Non ci resta che fuggire

Evento segnalato da Pergine Festival
- (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Mer. 30 novembre a Lun. 05 dicembre 2022
Dove: Trentino
Note: Un momento di restituzione pubblica è previsto il 5 dicembre 2022 / Età consigliata ragazze e ragazzi dai 13 anni in su / ISCRIZIONI CHIUSE. Il percorso è al completo.

A cura di Teodoro Bonci del Bene/Agnese Scotti.

Ciclo PlayGround.

Laboratorio di immaginazione creativa.

Non ci resta che fuggire è un’esperienza teatrale dedicata a tutti quelli che sono scappati, che sono in fuga, o che vorrebbero fuggire.
Tutti siamo scappati almeno una volta da qualcuno o da qualcosa, e se non lo abbiamo fatto lo avremmo voluto fare, o abbiamo visto qualcuno darsela a gambe.
Perché si scappa? Da cosa e da chi? Eravamo da soli o in compagnia di qualcuno? Cosa c’era davanti a noi? Cosa lasciavamo alle nostre spalle? Dopo che si è scappati, il pericolo è cessato? Esiste un’oasi sicura in cui guardare l’orizzonte e sentirsi finalmente al sicuro?
Sentiamo la necessità di scappare dal pericolo, da ciò che non ci piace, ci spaventa, ci fa rabbia. Si scappa con il corpo, con forza, con ritmo e velocità, ma si può scappare anche con la mente. Per scappare dal pericolo, che sia dentro o fuori di noi, è prima necessario immaginare.
Henri Laborit, biologo e filosofo dei comportamenti umani, nel suo splendido saggio “Elogio della fuga” ci spiega l’importanza dell’immaginazione, come funzione specificatamente umana che consente di trasformare il mondo in cui siamo immersi, unico mezzo rimasto per sfuggire agli automatismi e alle pulsioni inconsce, e attuare il meccanismo di fuga che ci può far evitare l’alienazione ambientale e, soprattutto, sociale. Perciò è utile alle fasce più fragili della società e a chi crea sul piano artistico o scientifico. L’antagonismo funzionale dell’immaginazione verso gli automatismi e le pulsioni è probabilmente all’origine del fenomeno della coscienza.
Immaginazione e creatività possono salvare il nostro più profondo essere e fare in modo di conservare la nostra essenza pur inseriti in una società che, da millenni, o meglio da quando l’economia del profitto ha preso il sopravvento, si preoccupa soltanto di ingabbiarci in una gerarchia di potere dalla quale non ci si può muovere di un millimetro.

Teodoro Bonci del Bene è regista, attore e traduttore. Ha diretto due spettaccoli per ERT Fondazione. Nel 2020 scrive e dirige Astronave Italia. Nel 2021 è attore e regista di Dati Sensibili: New Constructive Ethics per il Teatro Nazionale di Genova. È autore di Sergei Orlov. Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la Russia, e di Rimini, uno spettacolo di 13 ore.
Agnese Scotti è interprete ed autrice di progetti dedicati prevalentemente all’infanzia. Inizia nel 1997 la sua formazione come danzatrice, dal 2005 al 2019 fa parte dello staff artistico del Teatro delle Briciole/Solares Fondazione delle Arti. Ha lavorato con Letizia Quintavalla, Bruno Stori, Giulio Molnar, Compagnia Rodisio, Beatrice Baruffini, Alessandro Berti e Chiara Guidi. 


Informazioni complete:
www.perginefestival.it


Evento segnalato da Pergine Festival

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei singoli inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti