Filtro agenda / Mostre ed esposizioni

Giro della Via Lattea: culture e storie di (stra)ordinari allattamenti

- (Foto dal sito ufficiale)
Data: da Sab. 09 ottobre 2021 a Dom. 09 gennaio 2022
Dove: Le Gallerie, Piazza di Piedicastello, Trento
Orario: Da martedì a domenica, ore 10.00-18.00. Lunedì chiuso 
Note: Ingresso libero / E' necessario il Green pass

Le quaranta caselle che compongono il «giro della Via Lattea» si snodano sulla traccia di altrettanti temi che rinviano alle tante culture e storie di (stra)ordinari allattamenti evocate nel titolo della mostra.

L’universo del latte oscilla tra la fisicità di stereotipi che ogni cultura tramanda e il mistero che ammanta questa secrezione esclusivamente femminile. Quasi ogni religione ha sacralizzato la maternità, l’iconografia cattolica ha diffuso il culto delle madonne e dei santi del latte, mentre modelli altri sono stati proposti da un’iconografia ‹laica› attraverso la produzione artistico-letteraria e una comunicazione sempre più invasiva e pervasiva.
La sopravvivenza del neonato legata alla disponibilità di latte ha ispirato nei secoli svariate iniziative tra le quali la nascita di istituzioni caritative per la cura dei trovatelli. A queste, nel tempo, si sono sostituiti enti per l’assistenza all’infanzia che hanno ereditato l’esperienza – e i capitali – dei predecessori; si è trattato di lasciti di civiltà che hanno trasferito nelle scienze per la cura del bambino – la pediatria e la puericultura – il fine statutario di nutrimento come primo accudimento.
Un percorso evolutivo che ha interessato innanzitutto la cultura occidentale coinvolta nel macrofenomeno dell’industrializzazione, in cui la figura multipla della donna (madre) lavoratrice non poteva ottemperare anche al ruolo di nutrice; a questo mutamento economico e sociale la tradizione di cura nei tanti brefotrofi europei ha dato un contributo fondamentale attraverso il trasferimento di saperi esperienziali ai primi ‹asili nido› per i figli delle operaie. Ma per molti lattanti che non potevano essere accolti in queste istituzioni restava solo la soluzione dell’allattamento mercenario nel domicilio della balia, oppure la nutrizione con surrogati di vario tipo: di qui la diffusione di biberon, tiralatte e latte artificiale già noti ma di difficile diffusione prima della loro produzione industriale per i costi proibitivi.
L’apertura alla globalizzazione ha indotto il superamento di tanti stereotipi culturali sulle prime età di vita ma non di tutti. Alcuni di questi, generano ancora una profonda incomprensione: ad esempio l’allattamento dei cuccioli di animali presso talune popolazioni incontaminate, o la mentalità di taluni industriali per i quali la “donna madre” esula dalla sfera lavorativa.
Le caselle che compongono questo percorso espositivo possono essere percorse in successione o, come in una sorta di gioco dell’oca, affidandosi all’imprevedibilità dei dadi quale rappresentazione allegorica dell’incertezza che, ieri come oggi, ha contrassegnato e contrassegna la vita dei neonati. Un ‹gioco›, non da ultimo, che vuol invitare ad affrontare il lato in ombra del passato dell'umanità, quello che vede protagonista l'inetto figlio degli umani e la sua sopravvivenza, sempre e comunque.

Maggiori informazioni su:
www.museostorico.it


Evento segnalato da Fondazione Museo storico del Trentino

Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti