Filtro agenda / Notizie

La storia EDU che vorrei: un concorso per le scuole

- (Foto dal sito ufficiale)
Un concorso rivolto a studenti e studentesse che potranno elaborare un’idea per un nuovo video di storia da diffondere online / Comunicato stampa

Un concorso rivolto a studenti e studentesse che potranno elaborare un’idea per un nuovo video di storia da diffondere online.  Questa la proposta della Fondazione Museo storico del Trentino che, con il suo progetto “Storia Edu”, negli ultimi mesi ha preparato e diffuso sul web centinaia di video a tema storico, utili per la didattica a distanza e per la didattica digitale integrata.  Ora la palla passa alle ragazze e ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado a cui si chiede di elaborare una propria proposta per un video, in completa autonomia oppure sull’esempio di quelli già disponibili sul canale youtube.com/museostorico (nelle playlist STORIA EDU).

Le proposte possono essere il lavoro di un’intera classe, oppure il frutto della creatività di gruppi più piccoli. Si tratta anche di un’idea per un compito singolare.
Per la partecipazione al concorso sono previste due categorie, in base all’età dei partecipanti.
Alle classi (o ai gruppi) di scuola primaria si chiede di prendere ispirazione dal format “Un'immagine, una storia” (adatto a questa fascia di età) e di partecipare predisponendo il materiale per una nuova puntata (cercando quindi un'immagine storica e scrivendo il testo in grado di “raccontare la storia” legata all'immagine selezionata) oppure rielaborando graficamente con disegni, testi, cartelloni una puntata esistente. 
Alle classi (o ai gruppi) di scuola secondaria di primo e secondo grado si chiede invece di presentare un testo che contenga indicazioni sulla struttura del video immaginato e su quanto viene raccontato e una una clip video che può essere una “puntata zero” oppure un video in cui uno o più studenti spiegano la propria idea.
Il materiale deve essere inviato entro il 31 marzo 2021 a edu@museostorico.it. Le migliori proposte diventeranno video professionali realizzati dalla Fondazione Museo storico del Trentino con l’aiuto dei partecipanti al concorso. Inoltre, in palio ci sono diversi premi, tra cui un buono spendibile in libreria.
Il bando completo e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.museostorico.it 
Qui il promo del concorso: https://youtu.be/YI22FzlyUII.

Inoltre, la Fondazione Museo storico del Trentino propone alcune novità all’interno del progetto Storia Edu con materiali video utili per la didattica della storia e per l’educazione alla cittadinanza.
È in lavorazione una nuova stagione della serie “Un’immagine, una storia” completamente rinnovata: partendo da un’immagine storica si racconta la storia di un luogo, di un monumento, di un mezzo di trasporto fino ad arrivare, grazie agli strumenti offerti dalle attuali tecnologie, a conoscere come quella stessa realtà appare oggi.
E inoltre, un nuovo format dal titolo “Accadde quel giorno”: è un programma che vuole far entrare lo spettatore nella storia dell'Ottocento e del Novecento partendo dai fatti di un giorno preciso, illustrandone gli antecedenti e le conseguenze. 
Tutte le nuove puntate saranno caricate settimanalmente online sul canale YouTube della Fondazione a partire da gennaio ma le prime puntate in anteprima sono già disponibili.

Un'immagine, una storia: la fontana del Nettuno
A Trento, nella centralissima piazza Duomo, c'è una fontana che è uno dei simboli della città: la fontana del Nettuno. Realizzata a metà del Settecento ha subito molti interventi di restauro, l'ultimo nel 2020. Link: https://youtu.be/z7-eG7UHyxg

Accadde quel giorno: l'Italia dichiara guerra all'Austria 
Il 13 maggio 1915 Gabriele D'Annunzio tiene a Roma un violentissimo discorso in cui incita alla violenza contro gli oppositori all'ingresso dell'Italia nella Grande guerra. Quello stesso giorno si era dimesso il primo ministro Antonio Salandra e sembrava che il ritorno di Giolitti a capo del governo dovesse assicurare al paese la neutralità. Ma in realtà il "Patto di Londra", con cui il re si impegnava ad entrare in guerra era già stato fermato, e così 11 giorni dopo, tra scontri di piazza e rapidi capovolgimenti delle maggioranze parlamentari si arriverà alla guerra con l'Austria.
Link: https://youtu.be/Tt5Och-L4ow

Info:
www.museostorico.it



Pubblicato il 17 dicembre 2020
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising








COVID-19 / avviso agli utenti