Stagione teatrale / Rovereto

Edizione 2019/20
La bancarotta (Foto da locandina)
La bancarotta (Foto da locandina)
Dove: Teatro Zandonai (google maps) e Auditorium Melotti (google maps), C.so Bettini, Rovereto (Tn) 
Note: Informazioni su costi e abbonamenti nel sito del Teatro Zandonai e nel PDF della stagione pubblicato nel sito del Comune di Rovereto / vendita biglietti su Servizio “Primi alla prima”: presso gli sportelli convenzionati delle Casse Rurali Trentine e online sul sito www.primiallaprima.it (a partire da 20 giorni prima della data dello spettacolo)
Contatti: Ufficio Cultura del Comune di Rovereto, tel. 0464.452253 - 0464.452256 / cultura@comune.rovereto.tn.it

A teatro per capire chi siamo.

Nella commedia «le storie e le parole – scrive Serena Sinigaglia regista de La bancarotta – svelano il tragicomico dell’esistenza umana», il nostro essere in bilico tra dramma e leggerezza, tra superficie e abisso. Dopo l’apertura di stagione con lo spettacolo autobiograco di Solenghi e Lopez, è proprio la parodia del testo di Goldoni a  firma di Vitaliano Trevisan a dare il “la” a una stagione ricca di spunti sull’oggi.
Se la Venezia settecentesca si trasforma nel paesaggio umano del presente, il testo di Schimmelpfennig fotografa la solitudine e la violenza che affliggono il quotidiano. In un tono più scanzonato Sam Holcroft condensa l’esistenza in Le regole per vivere, Jordi Valleio interroga umoristicamente sulla capacità di decisione, Nunzio Caponio traduce la follia del Chisciotte nel disagio della civiltà virtuale. Sul fallimento dei sentimenti si so erma la commedia di Gabriele Pignotta, spaccato del mondo in carriera.
Note più intensamente cupe emergono da Humana di Carolina De La Calle Casanova, sull’ideologia della razza pura, così come dal testo di Stefano Massini dedicato alla rischiosa creatività di Vincent van Gogh, e dal monologo di Pino Loperdo sul dramma del Cermis. Accanto a tanti lavori recenti un classico del Novecento, Pensaci Giacomino di Luigi Pirandello, lucido scavo nell’ipocrisia sociale.
Il teatro si intreccia alla musica in più generi. Il Coro della Sat, ambasciatore della cultura trentina nel mondo, porta l’omaggio a Dionisi e Benedetti Michelangeli tra i due anniversari, ma anche a Zandonai. L’Orchestra Haydn presenta il concerto di Capodanno, la Compagnia di Corrado Abbati interpreta ll pipistrello di Johann Strauss. Un musical irriverente rivede e corregge il libro della Genesi e un concerto con coreogra e compie un tributo al mito Freddie Mercury, in chiusura di cartellone.
Buon gradimento dunque e buon percorso di conoscenza a quanti si faranno coinvolgere dai linguaggi del Teatro.

Maurizio Tomazzoni
Assessore alla Cultura

Calendario eventi:
Nessuna segnalazione
News e comunicati:
Nessuna segnalazione
Cerchi altri eventi/informazioni?

Filtra gli eventi in calendario tramite il pulsante
+ Filtro agenda.
Consulta la sezione soggetti e luoghi per visionare le programmazioni dettagliate dei nostri inserzionisti.
In Eventi suggeriti e Notizie e comunicati alcuni eventi e contenuti in evidenza.
Vuoi sapere chi siamo, come funziona il servizio o metterti in contatto con noi?: chi siamo, servizi e pubblicità.


Soggetti e luoghi
Consulta l’elenco completo dei nostri inserzionisti nella sezione dedicata


Advertising







COVID-19 / avviso agli utenti